LA NAZIONE

Rassegna stampa quotidiana della Provincia di Grosseto a cura dell’URP

Web www.provincia.grosseto.it e-mail urp@provincia.grosseto.it

2012-11-15

 

ALTRO

La via che dai Terzieri porta alla politica Poli a sorpresa nella rosa dei papabili

 

ANCORA in alto mare le manovre politiche per la prossima contesa elettorale che individuerà il nuovo sindaco e il nuovo Consiglio. Né il Pd, impegnato nelle elezioni primarie per eleggere il leader della coalizione, né il Pdl, partito in forte crisi anche a livello locale, hanno infatti ancora individuato proprie strategie, nomi e candidature per la contesa elettorale locale, nella quale non si potrà comunque non tener conto della importante presenza del Pri e soprattutto della Lista Civica Massa Comune che ha spesso monopolizzato l’azione politica delle opposizioni. Il Pd, nonostante le divisioni interne, può comunque contare su una maggioranza relativa garantita da 60 anni di predominio, difficilmente scalfibile da una minoranza debole, frammentata e poco propensa a fare fronte unico. Nonostante la proverbiale riservatezza del Pd, trapelano nomi che danno in pole position per il candidato sindaco Luana Tommi, vicesindaco, Marcello Giuntini, attuale primo cittadino di Montieri, Daniele Morandi recentemente rispolverato in giunta con il delicato incarico di assessore all’urbanistica, Roberto Schiavetti presidente dell’Istituto Falusi e, a sorpresa, un pezzo da novanta della Società dei Terzieri: Sandro Poli, sceso ufficialmente in campo nel comitato a sostegno di Matteo Renzi nelle primarie del centro sinistra. Minori chances sono invece assegnate all’ex presidente della Comunità Montana Giancarlo Zago, «azzoppato» dalle polemiche di inizio legislatura con le categorie produttive e dalla condanna della Corte dei Conti, determinata dalla nomina illegittima di un dirigente. Stesse previsioni per Paolo Mazzocco, ex leader di Massa Comune che si era avvicinato all’Idv e qualche mese fa in predicato di diventare assessore. Buio pesto sul fronte delle opposizioni. Per Lidia Bai, sindaco uscente non più eleggibile dopo due legislature, si parla invece di un possibile incarico regionale potendo contare della sponsorizzazione del deputato Luca Sani, sempre ovviamente che all’interno del Pd prevalga la linea di Bersani a discapito di Matteo Renzi.

Lascia un Commento

Devi aver fatto il login per inviare un commento


Entra
IL NOSTRO SPOT
Categorie
GRAZIE PER LA VISITA