IL TIRRENO
Rassegna stampa quotidiana della Provincia di Grosseto a cura dell’URP
Web www.provincia.grosseto.it e-mail urp@provincia.grosseto.it
2012-04-04

PANORAMA POLITICO
Ospedale a Riotorto? «Basta quello di Massa» Mazzocco (Idv) attacca l’ipotesi di una nuova struttura nel Livornese «Scelta incomprensibile, è ora che la politica resti fuori dalla sanità»

di Alfredo Faetti MASSA MARITTIMA Uno dei temi scottanti a Massa Marittima è la sanità. Le discussioni sull’ospedale Sant’Andrea infatti si trascinano avanti da mesi ormai, divenute ancora più aspre da quando ha iniziato a circolare la voce su una possibile apertura di un presidio a Riotorto. Tante, in questo senso, le critiche e altrettante le spiegazioni circa la necessità di fare “sistema” con le zone limitrofe. Spiegazioni che però non sono bastate per acquietare gli animi. Uno dei principali esponenti delle discussioni in tema sanitario è Paolo Mazzocco, dell’Idv, mancato (per un soffio) assessore competente a Massa (idea non concretizzata per suo volere durante il famoso rimpasto). Lui, Mazzocco, ha una sua ricetta per riformare il discorso sanitario: «Buttiamo fuori la politica». Questa la proposta del dipietrista. «Via la politica dalla sanità, basta con le nomine dei direttori generali e basta con gli incarichi fiduciari che quasi sempre si materializzano in cariche clientelari. Tutto questo ha prodotto e produce inefficienze, costi, umiliazioni per tutti gli operatori sanitari che hanno scelto questo mestiere per passione e spirito di solidarietà». Secondo l’esponente Idv c’è qualcosa che non torna. «Si tagliano servizi essenziali ai cittadini e nello stesso tempo si creano nuovi dirigenti costosi e assolutamente superflui». Ma cosa c’entra tutto questo con il Sant’Andrea? «Io non ho ancora capito quanto ci sia di politica e quanto di reale razionalizzazione di risorse quando si parla di un nuovo ospedale a Riotorto», continua Mazzocco. «Nessuno ne parla con certezza. Vorrei capire perché cementificare a Riotorto, quando non abbiamo ancora finito di cementificare a Massa che dista soli trenta chilometri di distanza, dove abbiamo realizzato sale operatorie di ultima generazione e dove sarebbe meno costoso realizzare quei servizi essenziali per tutto il territorio». Insomma, anche la valorizzazione dell’ospedale massetano secondo l’esponente dell’Idv, vuol dire “fare sistema”. «Il Sant’ Andrea, con le sue sale operatorie nuove nuove, con l’ adeguamento strutturale da svariati milioni di euro è e deve essere un riferimento zonale. Altrimenti che senso avrebbe l’ aver investito tanti soldi pubblici e altrettanti che si stanno spendendo se poi azzeriamo tutto per un nuovo presidio a Riotorto?».

Lascia un Commento

Devi aver fatto il login per inviare un commento


Entra
IL NOSTRO SPOT
Categorie
GRAZIE PER LA VISITA