Archivi per la categoria ‘Lirica’

 

LA NAZIONE
23 giugno 2015


 Lirica in Piazza: gara contestata


Risarcimento e pagamento di parte delle spese legali. Per una cifra che si aggira sui dodicimila euro. Non un patrimonio, certo, ma soldi che comunque l’amministrazione comunale di Massa Marittima – stando a quanto riportato nella sentenza del Consiglio di Stato – avrebbe potuto risparmiare con una maggiore attenzione. Davanti ai giudici del Tar Firenze prima e del Consiglio di Stato poi, l’amministrazione comunale della città del Balestro c’è stata portata dalla società Solti di Ermanno Fasano. Una delle due aziende che a febbraio dello scorso hanno partecipato al bando di gara per aggiudicarsi l’allestimento di «Lirica in piazza 2014». Insieme al Comune è stata citata in giudizio anche l’impresa Lirica Europea Musica di Renzo Renzi, la ditta che alla fine era risultata aggiudicataria della gara indetta con il criterio dell’offerta economicamente più vantaggiosa.

Letti gli atti e i documenti, la Solti ha deciso di impugnare l’aggiudicazione davanti al Tribunale amministrativo regionale per «violazione di legge ed eccesso di potere», chiedendo allo stesso tempo il risarcimento del danno subìto. I giudici fiorentini al termine dell’esame degli atti, hanno annullato integralmente gli atti di gara, accogliendo in parte il ricorso della Solti, dichiarando l’inefficacia del contratto stipulato per gli anni successivi, 2015 e 2016, che pur erano inseriti nel bando. Riconoscendo alla società che aveva perso la gara una parte del risarcimento chiesto, che si aggirava intorno ai quattromila euro. 

Non soddisfatta, la stessa società ha presentato appello al Consiglio di Stato, dove però sia l’amministrazione comunale di Massa che la società che si era aggiudicata l’appalto non si sono presentate. La Solti ha insistito in particolare su quanto sarebbe accaduto per gli anni 2015 e 2016, considerando che a marzo scorso, momento della presentazione del ricorso al Consiglio di Stato, il Comune non aveva ancora indetto il nuovo bando di gara per i due anni. Il Consiglio di Stato ha sentenziato che «l’amministrazione comunale nei confronti della controinteressata (ditta che si era aggiudicata l’appalto) non risulta avere accertato il possesso del requisito di capacità professionale… limitandosi a valutare il depliant con indicazioni generiche presentato dalla società, con contenuti scarsi e generici». I giudici romani, quindi, hanno accolto l’intera richiesta risarcitoria della Solti, che ammonta a 8.196 euro – perché non avendo la Lirica Europea Musica i requisiti per partecipare all’appalto, questo sarebbe stato vinto dalla Solti – cui si devono aggiungere quattromila euro per le spese legali quale quota parte che deve essere pagata dal Comune.

 

 

 

 

Al quotidiano “IL TIRRENO” 

 

 

Scrivo questa piccola precisazione non per iniziare una diatriba sui giornali, che non porterebbe a nulla di buono, ma esclusivamente per chiarire  alcune affermazioni che sono state erroneamente inserite nel Vostro articolo.

 

Voglio ricordare che la Solti non ha mai chiesto un rimborso di 400.000,00 euro ma, bensì, di un massimo di 150.000,00 euro circa al Tar Toscana, per poi rimettere la decisione completamente al Consiglio di Stato ( qui la richiesta era molto più contenuta ). Del resto la richiesta di risarcimento non era il principale obiettivo della Solti che, in via primaria, intendeva, con quell’azione, soltanto evidenziare un comportamento non regolare dell’Amministrazione Pubblica nei confronti di un impresa che , negli anni, ha contribuito in maniera fondamentale a creare l’evento Lirica in Piazza.

 

Altra precisazione: La Solti annuncia di non partecipare alla gara del 2015  e ringrazia tutto il popolo massetano per l’affetto dimostrato nei numerosi anni di gloriose stagioni liriche organizzate. Non c’è alcuna polemica né veleno nell’augurare un futuro  più roseo e  che Lirica in Piazza possa tornare ai livelli passati anche perché, magari con un comportamento più corretto da parte degli Amministratori comunali, ad un  ritorno a Massa Marittima la Solti non rinuncia a priori. Questa piazza è nel cuore e nell’anima della mia impresa e vederla messa sullo stesso piano di stagioni di livello organizzativo molto inferiore,  anche nella stessa Toscana,fa molto male.

 

Infine una domanda: come si fa ad affermare che è finito il tempo delle vacche grasse ( quando mai c’è stato? ) e, nel contempo, rinunciare a 90.000,00 euro di sovvenzione statale?. Vedo una incongruenza in questo discorso. Più che altro si evince uno scarico di responsabilità di gestione ed un abbandonarsi totalmente all’eventuale professionalità e serietà dell’impresa che andrà ad aggiudicarsi il bando. Questo, però, non dimostra altro che l’Amministrazione comunale sta , piano piano, deprezzando Lirica in Piazza che, dal mio punto di vista naturalmente, invece dovrebbe essere un emblema che aiuti, come ha fatto in passato, Massa Marittima ha diventare, sempre di più, meta di turismo internazionale.

 

Non mi sembra di essere stato poco elegante nei confronti del popolo massetano che apprezzo e stimo conscio di essere ricambiato dallo stesso E’ comunque elegante non solo non inviare neanche un messaggio, una telefonata o altro , oppure non rispondere ai messaggi, telefonate o altro inviate invece dalla Solti, all’indomani del responso della commissione dello scorso anno che, dopo 22 anni di collaborazione, assegnava la gara ad altra impresa lirica?

 

Ringrazio per la gentile attenzione, con la richiesta che venga almeno rettificata la notizia dell’entità del rimborso richiesto, porgo cordiali saluti.

 

Ermanno Fasano

 

 

 

IL TIRRENO

24 ottobre 2014

 


 

A Massa scoppia la guerra della lirica

 


 

 

Potrebbe non essere finita qui. Potrebbe avere degli strascichi oltre a quelli già previsti dal Tar, come l’annullamento del contratto per i prossimi anni. L’impresa artistica La Soliti, che in primo grado ha avuto soddisfazione riguardo all’aggiudicazione della gestione di Lirica in Piazza a Massa Marittima, sta valutando con i propri legali la possibilità di ricorrere in appello per quanto riguarda il risarcimento danni. Infatti, se la sentenza le ha dato ragione nel merito, sui danni ha limitato la cifra a quattromila euro, nonostante la società ne avesse chieste centocinquantamila. Un bel divario, che ora potrebbe tornare nell’aula di un tribunale. L’ipotesi è concreta e negli studi romani de La Soliti si stanno valutando i pro e i contro. I quattromila euro concessi dal tribunale amministrativo sono stati presi come «una cifra simbolica» per la società, che invece aveva individuato in ben altra somma il risarcimento. Solo che il Tar è stato chiaro al riguardo. Il risarcimento della chance della ricorrente di conseguire l’aggiudicazione deve essere calcolato assumendo a base di calcolo l’utile d’impresa dichiarato dalla stessa – si legge nella sentenza – rapportato alla probabilità che aveva di conseguire l’affidamento del contratto». E di possibilità, la società romana, aveva il cinquanta per cento. Erano due infatti le imprese in gara per aggiudicarsi l’appalto per l’allestimento di “Lirica in Piazza”: la Soliti, che se ne è occupata per anni, e l’Europa Musica. Le buste sono state aperte a marzo e la vincitrice è risultata la seconda. Viene così stipulato il contratto, in cui si prevede la possibilità di rinnovare la collaborazione tra il Comune e l’impresa per il 2015 e il 2016. Il provvedimento però viene subito impugnato per diversi motivi, tra l’illegittima partecipazione della concorrente alle violazioni di norme procedurali. Su tutti, il tribunale ha accolto «l’illegittima composizione della commissione», visto che tra i membri c’era anche il direttore artistico che non poteva essere considerato imparziale. E su questo punto del ricorso ha assimilato gli altri dando ragione a La Soliti, che per anni si è occupata della kermesse massetana. Solo sul risarcimento l’impresa artistica non ha avuto soddisfazione. Per questo ora sta valutando di ricorrere in appello, ribadendo che secondo le sue stime il danno è di centocinquantamila euro. Sarebbe una bella gatta da pelare per il Comune, che deve fare i conti anche con la condanna circa la questione ex Molendi, dove il rischio è quello di pagare un risarcimento a sei zeri. Non solo: anche su Lirica in Piazza ci sono degli strascichi per l’amministrazione: il contratto stipulato con l’Europa Musica prevedeva la possibilità di un rinnovo anche per il 2015 e il 2016. Possibilità cancellata dalla sentenza, che costringe il Comune a rivedere i piani per il futuro per il fiore all’occhiello al cartellone dell’estate massetana.

 

 

liricaS aula
 

Quest’anno, non è stata la stessa Compagnia di sempre a mettere in scena la Lirica in Piazza.

 

Essa, infatti, ha dovuto rivalersi contro il Comune e presentare un RICORSO per le modalità seguite nell’affidamento del servizio di implementazione, allestimento e rappresentazione della XXIX edizione lamentando:

 
l’illegittima composizione della Commissione giudicatrice;

 

l’illegittima ammissione di un concorrente;

 

la violazione delle norme procedimentali;

 

l’eccesso di potere;

 

l’omessa istruttoria.

 

IL COMUNE E’ STATO CONDANNATO METTENDO IN LUCE, SE MAI CE NE FOSSE STATO BISOGNO, LE SUE “SPICCATE” CAPACITA’ NELL’ORGANIZZARE REGOLARI CONCORSI E SELEZIONI…

  

 

 

IL TIRRENO

17 ottobre 2014

 


 

Il Tar annulla la gestione di “Lirica in piazza”

 


 

MASSA MARITTIMA – Nella commissione c’era un membro che, almeno sulla carta, poteva non essere imparziale. Come scrive il giudice «poteva avere un interesse proprio», visto che era già stato nominato direttore artistico dell’edizione 2014 di “Lirica in Piazza” e che la sua attività «è oggetto di remunerazione da parte del committente», che nel nostro caso è l’impresa Europa Musica, quella che si è aggiudicata la kermesse di quest’anno. Per questo motivo, il Tar della Toscana ha accolto il ricorso presentato dalla società Soliti, dichiarando inefficace l’aggiudicazione dell’appalto per i prossimi due anni e condannando il Comune di Massa Marittima a pagare 7000 euro in tutto: 4000 come risarcimento danni, 3000 come spese legali. Finisce così, ma all’amministrazione poteva andare anche peggio. La Soliti, di Ermano Fasano di Roma, aveva chiesto nel suo ricorso 150mila euro di risarcimento, ma il tribunale gliene ha concessi appena 4000. «La prendiamo come una cifra simbolica» dicono i legali. «Il risarcimento della chance della ricorrente di conseguire l’aggiudicazione deve essere calcolato assumendo a base di calcolo l’utile d’impresa dichiarato dalla stessa – si legge nella sentenza – rapportato alla probabilità che aveva di conseguire l’affidamento del contratto». E di possibilità, la società romana, aveva il cinquanta per cento. Erano due infatti le imprese in gara per aggiudicarsi l’appalto per l’allestimento di “Lirica in Piazza”: la Soliti, che se ne è occupata per anni, e l’Europa Musica. Le buste sono state aperte a marzo e la vincitrice è risultata la seconda. Viene così stipulato il contratto, in cui si prevede la possibilità di rinnovare la collaborazione tra il Comune e l’impresa per il 2015 e il 2016. Il provvedimento però viene subito impugnato per diversi motivi, tra l’illegittima partecipazione della concorrente alle violazioni di norme procedurali. Tutti respinti, fatta eccezione per «l’illegittima composizione della commissione», che invece è stata accertata dal tribunale. Il problema è stata la presenza tra i membri di Maurizio Morgantini, già designato per la direzione musicale. Un ruolo che non poteva vestirlo di una «posizione di terzietà», dice il giudice, «poiché era stato incaricato della direzione musicale di alcune delle opere che nella stessa manifestazione sarebbero state rappresentate da uno dei concorrenti, poi risultato vincitore della gara». Poteva, cioè, trarre «un interesse proprio», perché «per comune esperienza il direttore artistico è oggetto di remunerazione da parte del committente». Per questo il ricorso è stato accolto e il Tar ha annullato l’aggiudicazione all’Europa Musica per il 2015 e il 2016.

 

 

 

 

 

 

E’ arrivata anche

la SENTENZA sulla LIRICA

 

 

 

 

Fonte: LA NAZIONE

30 gennaio 2014

 

Rubrica: Cultura

L’EVENTO IN DUE SERATE CI SARÀ UNA DOPPIA RAPPRESENTAZIONE Tre opere per quattro date. Lirica in piazza si allarga. Cartellone di rilievo con Puccini e Mascagni

 

di GIANFRANCO BENI

QUEST’ANNO sono tre le opere proposte alla 29esima edizione di Lirica in Piazza organizzata come al solito dal Comune con il contributo del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e di alcune aziende che operano nel territorio. La Boheme, opera in quattro quadri di Giacomo Puccini, la Cavalleria Rusticana, opera in un unico atto di Pietro Mascagni e per la prima volta Gianni Schicchi, opera in un atto di Giacomo Puccini basata su un episodio del Canto XXX dell’Inferno di Dante. Quattro le serate durante le quali andrà in scena Lirica in Piazza, dal 3 al 6 agosto con la Boheme a dare il via all’edizione 2014 la prima serata seguita poi dal duo Cavalleria Rusticana-Gianni Schicchi. A seguire quindi nelle successive serate le repliche.

FRA LE ALTRE novità, in attesa che venga completato il cast degli artisti, la diffusione da parte del Comune di un bando di concorso per ’impresa che allestirà gli spettacoli, dopo che in precedenza tale onere è sempre stato svolto dall’impresa Solti di Ermanno Fasano. «La Lirica è anche un motivo di valorizzazione della città sotto il profilo culturale e turistico», ha detto Lidia Bai, per la quale questa edizione sarà la prima dopo i suoi due mandati di amministratrice del territorio comunale massetano, «confermandosi come un evento di eccellenza per quanto riguarda la musica operistica nella bassa Toscana».

LIRICA in Piazza può avvalersi anche di un riconoscimento arrivato dal Ministero dei Beni e delle Attività Culturali, inserita al quarto posto fra le quindici manifestazioni sostenuta appunto dallo stesso Ministero con la concessione di un generoso contributo. Alla soglia del trentesimo anniversario balza evidente come l’amministrazione comunale di Massa continui a credere in questa manifestazione operistica divenuta ormai a pieno titolo della città, così approfitta per esprimere la propria gratitudine nei confronti di tutti coloro che partecipano come spettatori alle serate o sostengono con la loro collaborazione l’organizzazione degli spettacoli.

NONOSTANTE la difficile fase economica, il bilancio di Lirica in Piazza anche nel 2013 è rimasto nella media degli ultimi anni, con un incasso complessivo di 100mila euro ed un’ultima serata da record in cui si sono esauriti quasi tutti i posti in piazza con 1.210 persone ad assistere allo spettacolo.

 

 

LA NAZIONE

Rassegna stampa quotidiana della Provincia di Grosseto

Web www.provincia.grosseto.it e-mail urp@provincia.grosseto.it

2013-08-14

 

PANORAMA POLITICO

EVENTI IL SINDACO BAI «Lirica in piazza fa bene a Massa»

 

«LA LIRICA è un motivo di valorizzazione della città sotto il profilo culturale e turistico». Così il sindaco Lidia Bai sul tradizionale appuntamento con Lirica in Piazza. Per la prima volta quest’anno si è registrato un calo in fatto di presenze nelle prime due serate. La Bai concorda facendo però rilevare che «i cali di presenze sono generalizzati, legato alla crisi che prima di tutto colpisce il settore turistico e culturale. Comunque — continua — il calo registrato in altre piazze è stato ben più pesante, e poi un recupero lo abbamo registrato, nella quarta serata un tutto esaurito che lascia ben sperare». Di sicuro la presenza alla quarta tornata del maestro Maurizio Morgantini a dirigere Il Trovatore ha richiamato quanti lo conoscono. «Lirica in Piazza si è confermata quindi come un evento di eccellenza per quanto riguarda la musica operistica nella bassa Toscana — sottolinea con piacere la Bai — anche nel segno di quel riconoscimento arrivato dal ministero inserendola fra le manifestazioni finanziate. A noi sono arrivati 80mila euro». Ma non tutti sono d’accordo: alcune attività di ristorazione hanno manifestato contro l’evento tenedo le serrande abbassate: «Una scelta personale e poco lungimirante — precisa la Bai — sulla quale non intendiamo interferire. Ciascuno è autorizzato a comportarsi come meglio crede, peccato però che così si comprometta l’atmosfera di felicità, passione e sinergia che avvolge Lirica in Piazza».

 

 

 

LA NAZIONE

Rassegna stampa quotidiana della Provincia di Grosseto

Web www.provincia.grosseto.it e-mail urp@provincia.grosseto.it

2013-08-06

 

ALTRO

MASSA LA CRISI MORDE ANCHE LA CULTURA. LA 28ESIMA EDIZIONE NON HA RISCOSSO IL SUCCESSO DELLE STAGIONI PRECEDENTI Lirica in piazza chiude i battenti con un neo: -30% di presenze

 

PASSATA in archivio la 28esima edizione di Lirica in Piazza, conclusa con «Il Trovatore» diretto per l’occasione dalla gloria musicale di casa Maurizio Morgantini, è già tempo di primi bilanci anche se prematuri sotto il profilo finanziario. Al di là delle indubbie qualità dei cast impegnati nelle quattro serate, balza subito evidente il calo delle presenze che quest’anno ha rasentato il 30% in meno rispetto all’edizione passata, frutto evidentemente della crisi che continua a paralizzare in modo particolare certi settori della vita quotidiana. Forse le uniche eccezioni hanno riguardato le due serate finali, in quanto ambedue hanno fatto registrare una pur leggera ripresa in fatto di spettatori anche se sempre lontani dal tutto esaurito. Fortunatamente l’intera manifestazione è stata accompagnata da favorevoli condizioni atmosferiche. Per concludere un’ultima annotazione. La completa chiusura delle attività di ristorazione presenti nella piazza Garibaldi. Una chiusura che denota come in certi ambienti il programma lirico non sia stato ancora accettato malgrado che Massa Marittima tenti l’impossibile per guadagnare posizioni in fatto di turismo.

 

 

CORRIERE DI MAREMMA

Rassegna stampa quotidiana della Provincia di Grosseto

Web www.provincia.grosseto.it e-mail urp@provincia.grosseto.it

2013-05-10

CULTURA

 

Ecco il cast al completo per gli spettacoli di Lirica in Piazza

 

MASSA MARITTIMA Ecco il cast al completo per l’edizione 2013 di Lirica in Piazza. Si apre il sipario l’1 e il 3 agosto alle ore 21.15 con Il Rigoletto, dramma lirico in 3 atti (libretto di F. M. Piave, musica di Giuseppe Verdi). Ecco tutti gli interpreti principali: Rigoletto: Leo An, Gilda: Elisa Cenni, il duca di Mantova: Giacomo Patti, soprafucile: Ernesto Morillo, Maddalena: Erika Zanaboni, Monterone: Radu Pintilie, Marullo:Valerio Garzo, Borsa: Silvano Paolillo, la contessa di Ceprano: Patrizia Perozzi, il conte di Ceprano: Graziano, Dalla Valle Giovanna: Patrizia Perozzi, un paggio: Patrizia Perozzi. Per la regiaRenato Bonajuto, concertatori e direttore d’orchestra: Claudio Maria Micheli e per le coreografie Spazio Danza di Deborah Ferretti. Per quanto riguarda l’appuntamento del 2 e 4 agosto, sempre alle ore 21.15 il cast de Il Trovatore, melodramma in 4parti (libretto di Salvatore Cammarano, completato da E. Bardare, musica di Giuseppe Verdi). Personaggi ed interpreti principali: Manrico: Sabastian Ferrada, Fulvio Oberto, Leonora: Monica Zanettin, il conte di Luna: Valentino Hwang, Azucena: Silvia Beltrami,Ferrando: ErnestoMorillo,Ruiz: SilvanoPaolillo, Ines:Patrizia Perozzi. Per la regia di Guido Zamara, concertatori e direttori d’orchestra: ClaudioMaria Micheli / Maurizio Morgantini. All’edizione 2013 di Lirica in Piazza ci sarà anche l’Orchestra Sinfonica Città di Grosseto, Coro associazione musica e palcoscenico Aldo C. Fasano, maestro del coro: GianlucaFasano, maestri collaboratori: Fulvio Bottega, Fiorenza Alborghetti, Laura Bragioli. Direttore di scena: Renato Pilogallo, datore luci: Manrico Fasano, capo macchinista: Alessandro Mazzoli, macchinista: Ivan Dimitri Pilogallo, capo sarta: Ilaria Pinto, parrucchiere: Francesco Ricciardi, scene, luci, attrezzi, costumi, calzature. parrucche: S.o.l.t.i. s.n.c. Organizzazione artistica: S.o.l.t.i. s.n.c. di ErmannoFasano & C. Per informazioni: cell 333/4791821- tel 0566/906248-906246-902289 fax 0566/902052. E-mail: lirica@ comune.massamarittima. gr.it. I biglietti sono disponibili allavendita in tutte le biglietterie del circuito Box Office in Toscana e in Italia. E’ possibile anche acquistare on line sui siti www.boxol.it e www.boxofficetoscana. it o telefonicamente con carta di credito al numero 055-210804. A Massa Marittima ilpuntoBoxoffice si trova al Museo d’Arte Sacra in corso Diaz, mentre la tradizionale biglietteriadi Lirica in Piazza, allestita presso il Museo Civico nel Palazzo del Podestà in piazza Garibaldi, aprirà come di consueto nel mese di luglio. Tutte le informazioni relative alla manifestazione sono disponibili sul sito www.liricainpiazza.it o ai seguenti recapiti: lirica@comune. massamarittima.gr.it; tel. 0566/906248 oppure 906246-902289 o al cellulare 333-4791821.

 liricaaa
LA NAZIONE
Rassegna stampa quotidiana della Provincia di Grosseto 
Web www.provincia.grosseto.it e-mail urp@provincia.grosseto.it
2013-03-09
 

CULTURA

 

A rischio «Lirica in piazza» «Ora ci servono i soldi»

 

 SARANNO due opere popolarissime tratte dalla trilogia romantica di Giuseppe Verdi a dar vita alla 28° edizione di «Lirica in piazza» in programma a MassaMarittima dal primo al 4 agosto. Il cartellone della classica manifestazione operistica si aprirà infatti la sera di giovedì primo agosto con il «Rigoletto», proseguendo la serata successiva con il «Trovatore», entrambe poi replicate sabato 3 e domenica 4 sempre alle 21,15. Malgrado la macchina organizzativa abbia già scaldato i motori, resta un po’ di incertezza sulla realizzazione della stagione lirica.

 

E’ lo stesso sindaco Lidia Bai ad annunciarlo con molta cautela. «Intanto — dice — abbiamo definito il programma e presentato il progetto al Ministero, anche in accordo con l’impresa che ne cura l’organizzazione artistica. Se arriveranno i contributi e gli sponsor andremo avanti, altrimenti salteremo l’appuntamento. Sicuramente non impegneremo risorse provenienti dal bilancio comunale».

 

La speranza è comunque che alla fine il semaforo diventi verde, cancellando le ovvie preoccupazioni del momento. Anche perché il cartellone rappresenta un doveroso omaggio al genio di Giuseppe Verdi di cui quest’anno ricorre il bicentenario della nascita: un cartellone voluto dal Comune nelle vesti di organizzatore dell’appuntamento lirico, adeguandosi così alla moltitudine delle iniziative in tutto il mondo.

 

ANCORA una volta il cast sarà di alto livello artistico e scenografico, confortato sia dal giudizio della critica che da quello del numerosissimo pubblico sempre presente. Fu proprio il Rigoletto nel 1986 a inaugurare assieme al «Barbiere di Siviglia» di Rossini la prima edizione di «Lirica in piazza», mentre il «Trovatore» fece la sua comparsa sul sagrato del Duomo nella seconda edizione della manifestazione lirica nel 1987. Da allora il «Rigoletto» è stato ripetuto altre quattro volte e tre volte il «Trovatore». «Di certo Lirica in piazza — conclude il sindaco Bai — nonostante certi mugugni sollevati da alcuni operatori del settore della ristorazione e del commercio per la chiusura obbligata dei loro esercizi per non compromettere lo svolgimento delle quattro serate, si appresta a confermarsi il fiore all’occhiello dell’estate massetana sul quale l’amministrazione comunale fin dall’inizio ha puntato i propri sforzi ottenendo un gradito ritorno di immagine e pubblicità per il territorio». 

 

 

CORRIERE DI MAREMMA

Rassegna stampa quotidiana della Provincia di Grosseto a cura dell’URP

Web www.provincia.grosseto.it e-mail urp@provincia.grosseto.it

2013-02-23

 

CULTURA

Massa Marittima Lirica in piazza: è l’anno di Verdi

 

Lirica in piazza torna ad avere riflessi “Verdi”. Saranno Rigoletto e Il trovatore le due opere della ventottesima edizione della rassegna operistica che, nelle notti d’estate, propone un inimitabile incontro tra la grande musica lirica e l’armonia di una delle piazze più belle d’Italia, quella di Massa Marittima. L’1 e il 3 agosto andrà in scena “Rigoletto”, il 2 ed il 4 agosto il sagrato della cattedrale di San Cerbone offrirà l’ambientazione per “Il Trovatore” entrambi di Giuseppe Verdi. Si tratta di due tra i titoli più amati nel mondo. Nonostante i timori per i finanziamenti incerti della Monte dei Paschi di Siena, la lirica tornerà anche quest’anno ad appassionare l’affezionato pubblico continuando la tradizione ormai storica. La prima edizione del Festival è infatti dell’agosto 1986. L’idea di una stagione lirica a Massa Marittima fu dell’allora sindaco Renato Bolognini e dell’assessore Gianfranco Martinozzi che volevano così rinnovare le esperienze operistiche degli anni Trenta e Quaranta. Dopo la Traviata andata in scena lo scorso anno, l’amministrazione di Massa Marittima ha così pensato di chiudere la cosiddetta trilogia popolare di Giuseppe Verdi proponendo Rigoletto e Il Trovatore. Centrato sulla drammatica e originale figura di un buffone di corte, Rigoletto fu inizialmente oggetto della censura austriaca. Intenso dramma di passione, tradimento, amore filiale e vendetta, Rigoletto non solo offre una combinazione perfetta di ricchezza melodica e potenza drammatica, ma pone lucidamente in evidenza le tensioni sociali e la subalterna condizione femminile in una realtà nella quale il pubblico ottocentesco poteva facilmente rispecchiarsi. Dal punto di vista musicale abbiamo, fin dal preludio, il ripetersi costante del tema della maledizione, la ripetizione della nota do in ritmo puntato. Il Trovatore invece fu tratto dal dramma El Trobador di Antonio García Gutiérrez e fu Verdi stesso ad avere l’idea di ricavare un’opera. Il Trovatore è un dramma in quattro atti e otto quadri, ambientato in Spagna al principio del secolo XV, che racconta, con un bel canto espressivo, fiammeggianti passioni come l’amore, la gelosia, la vendetta, l’odio e la lussuria. Manrico e il conte di Luna, innamorati della stessa donna si fronteggiano fino alla morte come nemici, senza sapere che sono fratelli. Appartenenti a due diverse classi sociali, essi condividono solo l’amore di Leonora il chè raddoppia l’esistente astio del conflitto sociale. Il dramma in alcune parti potrebbe cadere nell’incredibile, ma la musica di Verdi e la poesia del libretto riscattano l’opera. Due opere quindi che sapranno conquistare il pubblico e regalare forti emozioni. I prezzi dei biglietti, la pianta dei posti e qualsiasi altra informazione sulla manifestazione e sui suoi protagonisti sono disponibili sul sito www.liricainpiazza.it. Sono previste riduzioni ed agevolazioni.

°
°
LA NAZIONE
Rassegna stampa quotidiana della Provincia di Grosseto a cura dell’URP
Web www.provincia.grosseto.it e-mail urp@provincia.grosseto.it
2013-01-03

°

 

LIRICA in piazza, assieme a eventi del calibro di Calici di Stelle, Notte Bianca, Toscana Fotofestival e Balestro del Girifalco, sarà ancora una volta uno dei capisaldi della prossima stagione estiva di Massa Marittima. Questo almeno nelle aspettative dell’amministrazione comunale guidata dal sindaco Lidia Bai che, conscia delle difficoltà del momento destinate purtroppo a non dissolversi in tempi rapidi, manifesta qualche titubanza sulla 28esima edizione del classico appuntamento lirico. «Molto se non tutto — precisa la Bai — dipenderà dalle risposte in termini di elargizioni contributive provenienti sia dal Ministero competente che dai vari sponsor. Il nostro obiettivo — prosegue la Bai — è comunque quello di fare l’impossibile per non cancellare uno dei più prestigiosi appuntamenti che qualificano l’immagine di Massa Marittima e non solo». L’ultima edizione di Lirica in Piazza, la 27esima della serie, propose nella prima settimana di agosto «La Traviata» di Verdi e «Il Barbiere di Siviglia» di Rossini, entrambe caratterizzate da un’alta presenza di pubblico, in gran parte proveniente dalla vicina costa tirrenica. Ecco perché per il primo cittadino di Massa Marittima salvare la stagione lirica assume un valore determinante per la città e per il suo territorio. 

LA NAZIONE
Rassegna stampa quotidiana della Provincia di Grosseto a cura dell’URP
Web www.provincia.grosseto.it e-mail urp@provincia.grosseto.it
2012-10-13

ALTRO
Entrate e uscite per Lirica in piazza Grazie ai contributi Il bilancio è in pari

È DI 393.885 euro il movimento totale di denaro relativo alla 27esima stagione lirica di di agosto a Massa con la produzione dellaTraviata di Verdi e del Barbiere di Siviglia di Rossini. A sancire il pareggio di bilancio la sovvenzione di 110mila euro richiesta e approvata dalla Direzione generale dello spettacolo dal vivo che fa riferimento al ministero per i Beni e le attività culturali sulla base del progetto artistico regolarmente presentato. In tal senso l’intervento dello Stato è da considerarsi a sostegno dell’iniziativa autonomamente decisa e gestita dal Comune e che ormai ha assunto il carattere di manifestazione fissa nel calendario culturale estivo. Ovviamente il finanziamento dell’iniziativa è garantito dagli incassi della manifestazione, da sponsorizzazioni e contributi, oltre che da altre risorse proprie dell’ente. ECCO il dettaglio delle entrate: incassi da botteghino 95mila euro, introiti da sponsorizzazioni 35mila, contributo da parte del Comune 120.885, contributo della Provincia 10mila, contributo Regione 20mila contributi da altri enti pubblici 3mila, sovvenzione ministeriale 110mila. PER QUANTO attiene il capitolo uscite le voci più rilevanti riguardano le spese per l’orchestra, 90mila euro, per il coro, 52mila, per le compagnie di canto, 32mila, per i direttori d’orchestra, 5mila, per i maestri collaboratori, 4mila, per registi, coreografi, light designer, assistenti, costumisti 5.300, per i macchinisti, attrezzisti, elettricisti 13mila, per il personale amministrativo, 32.338, per gli oneri previdenziali ed assistenziali, 25.090, per acquisto e noleggio scene 11mila e per i costumi, 7mila. Infine sotto la voce di spese organizzative figurano uscite per oltre 80mila euro.

Parte ufficialmente oggi, 4 aprile, la prevendita per Lirica in Piazza 2012

fonte: Direzione – 04 aprile 2012

Saranno “La Traviata” ed “Il Barbiere di Siviglia” le opere in programma.

Saranno la Traviata di Giuseppe Verdi ed il Barbiere di Siviglia di Gioachino Rossini le due opere di Lirica in Piazza, la rassegna che, nelle notti d’estate, regala un inimitabile incontro tra la grande musica lirica e l’armonia di una delle piazze più belle d’Italia, quella di Massa Marittima.

La rassegna giunge quest’anno alla ventisettesima edizione.

Il 3 ed il 5 agosto andrà in scena “la Traviata” di Giuseppe Verdi, il 4 ed il 6 agosto il sagrato della splendida cattedrale di San Cerbone offrirà l’ambientazione per “il Barbiere di Siviglia” di Gioachino Rossini.

Si tratta di due tra i titoli più amati nel mondo. Ambedue figurano nella top ten delle opere più rappresentate in tutti i continenti. Sono tra le opere più amate anche dal pubblico di Lirica in Piazza. La Traviata è stata rappresentata cinque volte (1988, 1992, 1997, 1999, 2006); il Barbiere di Siviglia tre volte (1986, 1991 e 2004) e ha avuto l’onore di essere nel cartellone della prima edizione della rassegna.

Le due opere sono assenti dal palcoscenico di Massa Marittima rispettivamente dal 2006 (Traviata) e dal 2004 (Barbiere di Siviglia).

Prosegue la direzione artistica del celebre soprano Antonietta Stella, tra le più amate protagoniste proprio di Traviata nel panorama internazionale. La scelta del cast dell’edizione 2012 risponde ad una precisa filosofia che trae forza dai lusinghieri giudizi di critica e di pubblico meritati negli scorsi anni. Ci sarà dunque un “Il Barbiere di Siviglia” delle star e una “Traviata” di grandi talenti all’esordio sul palco di Massa Marittima.

Le due serate di Traviata vedranno l’alternarsi di due direttori d’orchestra. Ci sarà un grande ritorno ed un volto nuovo. Dopo 14 anni torna a dirigere l’orchestra di Lirica in Piazza il Maestro Maurizio Morgantini, massetano doc, con all’attivo per Lirica in Piazza le direzioni di Traviata, Trovatore, L’elisir d’amore e il Campanello oltre a tre concerti d’apertura della rassegna tra cui quello della XXV edizione della rassegna. Il volto nuovo è rappresentato dal maestro Aldo Salvagno che dirigerà la prima di Traviata.

Per il Barbiere di Siviglia ci sarà invece la direzione d’orchestra del maestro Claudio Maria Micheli, sul podio di Lirica in Piazza ininterrottamente dal 2005, che garantisce continuità nell’elevato standard qualitativo della manifestazione.

Per la regia delle due opere in cartellone si è scelto di affidarsi alla maestria di due professionisti di ottimo livello, entrati ormai nella storia della rassegna e nel cuore del suo pubblico, il giovane Renato Bonajuto per il Barbiere di Siviglia e l’esperto Maurizio Marchini per La Traviata.

L’orchestra di Lirica in Piazza sarà, come lo scorso anno, l’Orchestra Sinfonica Città di Grosseto.

Parte ufficialmente oggi, 4 aprile, la prevendita per Lirica in Piazza 2012 attraverso il circuito Box Office (tel. 055 210804 – Acquisti on line: www.boxol.it; www.boxofficetoscana.it).

I prezzi dei biglietti, la pianta dei posti e qualsiasi altra informazione sulla manifestazione e sui suoi protagonisti è disponibile sul sito www.liricainpiazza.it. Sono previste riduzioni ed agevolazioni. Per i gruppi organizzati: alle associazioni liriche e/o culturali è riservata una gratuità sull’ingresso ogni 25 biglietti o abbonamenti. Una riduzione del 10% sul prezzo del biglietto viene riservata ai titolari di carta Soci Unicoop Tirreno e ai possessori del biglietto per il complesso museale di San Pietro all’Orto (Massa Marittima). Con l’acquisto del biglietto di “Lirica in Piazza” si ottiene l’ingresso ridotto complesso museale di San Pietro all’Orto ed uno sconto del 15% sull’ingresso al Calidario Antica Sorgente Etrusca.

Info:

Lirica in Piazza

Tel. 0566/913714 – 913736 –902289 – fax 0566902052 cell. 3334791821

Mail: lirica@comune.massamarittima.gr.it web: www.liricainpiazza.it

LA NAZIONE
Rassegna stampa quotidiana della Provincia di Grosseto a cura dell’URP
Web www.provincia.grosseto.it e-mail urp@provincia.grosseto.it
2012-02-24

CULTURA
Divi di casa per Lirica in Piazza

PER UNA VOLTA il detto «Nessuno è profeta in patria» viene smentito: il modo di dire non si può certo applicare al maestro Maurizio Morgantini, vera gloria locale nel campo musicale, designato a dirigere «La Traviata» in occasione di Lirica in Piazza in programma nel prossimo mese di agosto. Molto apprezzato, forse anche di più al di fuori delle mura cittadine, Morgantini vanta musicalmente un curriculum di tutto rilievo. E’ Sufficiente citare alcuni passaggi: diplomato in pianoforte, direzione di coro, composizione e direzione d’orchestra, dal 1979 direttore del Coro Polifonico S.Barbara, maestro concertatore e direttore in varie stagioni liriche svolte a Massa Marittima, Viterbo, Rieti, Chieti, Teramo, Pescara e Enna, organista e maestro di cappella della Cattedrale di S.Cerbone, direttore artistico dal 1998 al 2001 del Festival di Musica Sacra in collaborazione con Domenico Bartolucci.
L’ULTIMA sua fatica è stato il Concerto di Natale organizzato come al solito dal Comune nella Basilica Cattedrale di S.Cerbone tenuto dal Coro Polifonico S.Barbara con l’orchestra Nova Harmonia, da lui diretto con la solita indiscussa precisione e maestria, contribuendo ogni volta a diffondere, spesso a titolo esclusivamente volontaristico, l’immagine di Massa Marittima e della Maremma in campo internazionale. Morgantini non è nuovo comunque nel ruolo di direttore d’orchestra a Lirica in Piazza avendo in passato già espletato l’incarico nella stessa Traviata andata in scena nell’edizione del 1998 e prima ancora nel Trovatore, nell’Elisir d’Amore, nel Campanello, oltre che in tre concerti di apertura alla direzione del proprio coro. Fra l’altro non sarà l’unico massetano a fare la sua apparizione sul palco di Lirica in Piazza che, assieme alla Traviata, prevede quest’anno anche il Barbiere di Siviglia, condividendo l’impegno con la giovane mezzosoprano Erika Zanaboni la quale, dopo l’improvvisa defezione della scorsa edizione, torna così prepotentemente alla ribalta con tutte le sue innegabili doti canore.


Entra
IL NOSTRO SPOT
Categorie
GRAZIE PER LA VISITA