Archivi per la categoria ‘GIUNTINI’

pinocchioSe la favola di Pinocchio avesse un fondo di verità e, quindi, se ogni bugia facesse allungare il naso a chi l’ha detta, il nostro poco amato Sindaco avrebbe un naso da primato e non gli sarebbe facile grattarsene la punta…

L’ultima, in ordine di tempo, è comparsa questa mattina sul bollettino del quotidiano La Nazione in cui si dice che il Sindaco Giuntini ha diminuito gli importi della TARI.

Per chiarezza riportiamo che la TARI è la tassa che i cittadini pagano per la raccolta della nettezza urbana; vengono decisi da ATO Toscana Sud gli importi per provincia e all’interno della stessa provincia per Comune e quindi viene deliberato quanto il Comune di Massa Marittima deve versare.

E’ partendo da questo dato che il Comune fissa le tariffe per i cittadini.

Nella delibera presa da ATO Toscana Sud, si è riscontrato un risparmio di circa il 6% dovuto ad una riorganizzazione dei servizi compresa l’attività di raccolta porta a porta  adottata da alcuni Comuni, iniziativa di cui il Comune di Massa Marittima ha avuto una partecipazione molto marginale.

Il risparmio che ATO ha fatto e quindi tradotto in un valore ribassato del 6% ai comuni viene girato paro paro ai cittadini dei singoli comuni senza alcun intervento nè in positivo nè in negativo da parte delle amministrazioni.

Ovviamente, come in tutte le campagne pubblicitarie di rispetto, il Sindaco si è spacciato per l’autore di queste diminuite tariffe raccontando una balla clamorosa.

Ho la sensazione che l’ex sostenitore di Bersani si sia avviato dietro le orme di un certo “ballista doc” di origine fiorentina…

 

risp-sindaco

 

BARBAGIANNI

“Finiranno le fave al locco”.

Con questa simpatica locuzione (trattasi di detto popolare toscano diffuso principalmente nell’aretino), alla presenza di più persone e in mia assenza, il Sindaco si è recentemente rivolto alla mia persona.

Rammentando le sue origini contadine e prendendo spunto dal detto popolare ”Finiron le fave al locco, eppur n’aveva cento moggia”, Giuntini ha dichiaratamente ammesso qual’è la sua opinione su di me.

E, fin qui, nulla di nuovo: essere offeso da un soggetto del suo calibro non può che gratificarmi, rappresentando – ancor più nettamente – la distanza che ci separa, umanamente, culturalmente e politicamente.

Quello che può non capirsi e che Giuntini non ha volutamente specificato (ma che gli farò uscire dalla bocca a costo sia l’ultima cosa della mia vita), però, nello specifico, è che cosa intenda per “fave”.

Prossimamente sarò io a dirvelo e a raccontarvi una storiella nella quale il nostro Sindaco si è trovato ad essere uno dei più squallidi protagonisti.

Dietro la divertente terminologia utilizzata, infatti, si cela una questione di estrema gravità, ordita vilmente ai miei danni dal PD, con anche la fattiva “collaborazione” del nostro Primo Cittadino.

Egregio Sindaco, mi pregio invitarla a fare molta attenzione alle “fave” di quel “locco”… Potrebbero rivelarlesi particolarmente indigeste…

 

HHHTTclicka per ingrandire


Entra
Commenti recenti
IL NOSTRO SPOT
Categorie
GRAZIE PER LA VISITA