Archivi per la categoria ‘Frazioni’

 

tratto da “La Nazione”
del 21.01.2016

frazioni21012016

 

tratto da “La Nazione” del 24.01.2016

profughi24012016clicka per ingrandire

 

tratto da “La Nazione” del 24.01.2016

niccioletai24012016

 

Tratto da “La Nazione” del 17.1.2016

degratotatti17012016

°

°

°

tratto da “La Nazione” del 06.01.2015

°

raugei06012015°clicka per ingrandire

°

°

°

Tratto da “La Nazione” del 05.01.2015

°

niccileta05012015

 

 

 

LA NAZIONE

05 dicembre 2014 

Panorama politico

 

10322716_940667155949233_5805128507798781333_n

 

prata05122014°

Clicka per ingrandire

 

 

 

LA NAZIONE

11 novembre 2014

 


 

GHIRLANDA – Borelli non fa sconti

«Questa frazione è piena di problemi da risolvere»

 


 

Se Massa piange per le sue condizioni, Ghirlanda di certo non ride. È quanto traspare dall’esame del capogruppo di «Massa Comune» Fiorenzo Borelli a giudizio del quale il borgo si presenta in condizioni disastrate malgrado abbia raggiunto dimensioni di tutto rispetto. Basta, afferma Borelli, «uno sguardo alla situazione in cui versa l’unica strada esistente, via Massetana nord, che pur essendo strada provinciale è del tutto dimenticata dall’ente. Avvallamenti del fondo stradale che si trasformano in insidiose pozzanghere quando piove, interventi sulla carreggiata finiti in pessimo modo, piante ai margini della strada non curate che rischiano di far cadere rami sulla carreggiata e soprattutto una viabilità non controllata, con i mezzi che passano a velocità sostenute mettendo a rischio la vita di residenti». Il tutto, prosegue il capogruppo della lista civica, «con bambini e anziani costretti a camminare lungo una strada priva di marciapiede con una carreggiata stretta percorsa da autobus e mezzi pesanti, un incrocio con la strada di Perolla assolutamente pericoloso al punto da rendere indispensabile, dice, «controllare il traffico imponendo velocità ridotte non con semplici cartelli ma con rallentatori o autovelox. A corredo di questi problemi — conclude Borelli — rimane l’assoluta mancanza di segnale telefonico per telefonia mobile. Non è possibile pensare che nel 2014 si abbia un nucleo di centinaia di cittadini impossibilitati ad utilizzare il cellulare».

 

 

 

«Degrado al cimitero» i cittadini chiedono interventi in vista del 2 novembre

 

TATTI – «Dopo mesi e mesi, no anzi anni di degrado al cimitero di Tatti non è stata presa alcuna iniziativa da parte dell’Amministrazione Comunale di dargli una sistemata». Inizia così la lettera aperta che alcuni cittadini di Tatti hanno inviato al sindaco Marcello Giuntini. I cittadini chiedono che sia fatta manutenzione «come il taglio dell’erba, il rifacimento della canaletta di sgrondo dell’acqua divelta dalle radici delle piante, la pulizia del materiale di risulta collocato vicino alla cappella centrale e per finire la cosa più grave è l’infiltrazione di acqua piovana dal tetto nella parte più vecchia dei loculi con distacco d’intonaco dal soffitto e dalle pareti».

 

cimitero_tatti

 

«Ci rimettiamo al suo buon senso – scrivono ancora – affinché in occasione della “Commemorazione dei Defunti” venga data una sistemata almeno al tetto per togliere le infiltrazioni e il ripristino dell’intonaco, non credo che siano cifre esorbitanti che vadano a incidere sul bilancio Comunale».

 

 

IL TIRRENO

26 settembre 2014

 

 


 
Dalla lista civica si chiede maggiore attenzione per la frazione «Caos per la viabilità a Ghirlanda»

 


 

Strade mal messe e arrivare in Ghirlanda diventa un problema. La segnalazione arriva dal consigliere comunale Fiorenzo Borelli, che chiede attenzione maggiore per la località ai piedi di Massa Marittima, che a suo giudizio dovrebbe essere considerata una frazione della città del Balestro. «Ormai da oltre dieci anni il borgo ha raggiunto dimensioni di tutto rispetto ma la gestione avuto ben pochi miglioramenti – spiega Borelli – Via Massetana nord, che è strada provinciale, è del tutto dimenticata dall’ente gestore. Avvallamenti del fondo stradale che costituiscono vere piscine in caso di pioggia, interventi sulla carreggiata finiti in pessimo modo, piantumazione ai margini non curate, rischio di cadute di rami sulla strada e soprattutto, una viabilità non controllata dal momento che nelle ore di minor traffico, i mezzi che passano sfrecciano a velocità altissime». Non essendoci marciapiedi le persone sono costrette a camminare ai lati della carreggiata, tra loro anche anziani e bambini: la strada è attraversata anche da bus e bilici. In più c’è un incrocio (quello che porta a Perolla) molto pericoloso. «Lo svincolo non può, date le condizioni in cui si trova con fabbricati a bordo strada, essere ampliato, quindi si rende necessario e indispensabile regimare il traffico imponendo velocità ridotte, non con semplici cartelli ma con rallentatori o addirittura autovelox – spiega ancora il consigliere d’opposizione – A corredo di questi problemi ne rimane un altro annoso ed irrisolto che è l’assoluta mancanza di segnale per telefonia mobile».

 

 

 

 

IL TIRRENO

31 agosto 2014

 


 
Gara deserta, il Comune va all’affidamento diretto: gestione per tre anni, poi si riaprirà il bando – Una coop di Follonica al bar di Niccioleta

 


 

Il Comune di Massa Marittima riapre il bar del centro sociale di Niccioleta. Dopo anni di controversie con i precedenti concessionari, l’amministrazione rimette in moto l’attività interna al centro, come chiesto a gran voce dagli abitanti della frazione. La struttura è chiusa da diversi mesi a causa appunto di un contenzioso tra il municipio e il vecchio gestore: una vicenda complicata che parte da lontano, conclusasi con la sentenza del Tar dell’agosto dell’anno scorso, che ha di fatto dato ragione all’ente pubblico. L’amministrazione massetana aveva in passato emesso un’ordinanza che disponeva la cessazione dell’attività, rivolta ai gestori del bar di Niccioleta. La Green Park sas nel 2012 voleva subentrare alla società che dal 2005 aveva in gestione il punto vendita di Niccioleta appunto nei locali di proprietà del Comune. Da quella data in poi però non sono stati pochi i problemi tra il concessionario e l’amministrazione: il privato è moroso rispetto agli affitti da pagare. Nel 2010 l’accordo con l’ente scade, ma il bar continua ad essere aperto, nel 2012 la possibile svolta con l’entrata in scena di una nuova società. Il contrasto è però con il Comune: l’ente chiede che vengano pagati gli affitti arretrati per una cifra che si aggira intorno ai ventimila euro più gli interessi. La Green Park si dice disposta a pagare ma chiede di avere una documentazione precisa, il diniego dell’ente su questa richiesta fa crollare la trattativa. L’attività del bar va avanti e la questione arriva in tribunale: il Tar però non accetta il ricorso e quindi l’attività deve chiudere. In primavera la ricerca di nuovi gestori. Preso atto quindi delle numerose e reiterate richieste provenienti dalla popolazione della frazione di Niccioleta per ottenere la riapertura della struttura e considerato che il bando pubblicato nella primavera scorsa per trovare un nuovo concessionario ha avuto esito negativo, perché non sono arrivate offerte valide entro i tempi stabiliti, il municipio affiderà per tre anni la gestione alla Cooperativa Sociale di Follonica, con sede in via del Fonditore. «In considerazione della notevole importanza che il centro sociale di Niccioleta ha per lo sviluppo della frazione stessa e per il benessere della collettività residente _recita la delibera _ anche sotto il profilo di aggregazione socioculturale e ricreativo; e in considerazione dell’esito negativo del predetto bando d’asta pubblica», si ritiene necessario e urgente procedere in tempi rapidi con l’affidamento della gestione della struttura a un soggetto idoneo per un periodo transitorio di almeno tre anni, al termine del quale verrà tentato un nuovo esperimento d’asta pubblica avente per oggetto la gestione di una struttura ormai avviata».

 

 

 

°

°

Tratto da “La Nazione” del 16.07.2014

°

 

Capanne 16072014°

°

°

°

tratto da Il Giunco.net

°

°
Degrado e abbandono al cimitero di Tatti» la protesta dei cittadini

13 maggio 2014 – aggiornato alle 11:00

°

°

TATTI – «Pezzi di intonaco che, dal soffitto, cadono in testa alle persone, l’umidità che filtra e trasuda dai muri, abbandono e degrado tra le tombe». È questa la situazione al cimitero di Tatti, frazione del comune di Massa Marittima, secondo le segnalazioni di alcuni cittadini. cimitero_tatti

«Da diversi mesi abbiamo fatto ripetute segnalazioni agli uffici competenti dell’amministrazione comunale – raccontano – ma non abbiamo ricevuto alcuna risposta e soprattutto non è stato fatto nessun intervento. Ormai è una indecenza e una tristezza: il luogo dove riposano i nostri cari meriterebbe più rispetto e cura».

 

°

°

°

Tratto da “La Nazione” del 04.05.2014

°

niccioleta 04052014°

Clicka per ingrandire

La prossima Giunta Comunale si comporrà di soli 4 (e non più 6) Assessori.

Quattro Assessori, tanti quante sono nostre le Frazioni: Valpiana, Prata, Tatti e Niccioleta.

AD OGNI ASSESSORE DI MASSA COMUNE, FARA’ CAPO UNA FRAZIONE IN MODO CHE GLI ABITANTI DI ESSE ABBIANO SEMPRE E COMUNQUE UN REFERENTE DIRETTO CUI RIVOLGERSI PER OGNI NECESSITA’.


L’assessore delegato sarà il principale referente dei Cittadini e del Comitato di Frazione e favorirà il dialogo diretto con l’Amministrazione tutta e il Sindaco in particolare.

 

 

 

CORRIERE DI MAREMMA

06 marzo 2014

 

 

“Pronto il bando per Niccioleta”

 

 

MASSA MARITTIMA L’assessore comunale Giacomo Michelini traccia il quadro del patrimonio comunale. “Gestire un patrimonio come quello di un Comune come il nostro – spiega – è un compito molto complesso che necessita di un continuo scambio di informazioni tra uffici e di un lavoro coordinato di tante professionalità interne alla macchina amministrativa comunale. Passione e competenza da parte di tutti i protagonisti di questa attività che tanto ringrazio sta dando importanti risultati in termini di efficienza e di risparmi”. Come funziona il lavoro dell’ufficio patrimonio? “L’ufficio è gestito da un preparato tecnico con contratto a tempo determinato. Assicura la conservazione e la valorizzazione del patrimonio immobiliare del Comune attraverso la ricognizione, la programmazione, l’attuazione e il controllo degli interventi di acquisizione, cessione, affitto e concessione, a vario titolo, dei beni, concordando i programmi con i settori competenti, la manutenzione del patrimonio spetta invece al Settore Lavori pubblici”. Chi si occupa delle utenze e dei relativi consumi ? “L’ufficio Patrimonio e i servizi tecnici collaborano con i Servizi finanziari nel delicato compito di monitoraggio dei consumienergetici (acqua, luce e gas). I risultati di questo lavoro sono incoraggianti e nel 2013 ci sono stati importanti risparmi come evidenziato in occasione dell’ultima verifica Emas”. Che anno è stato il 2013? “Abbiamo approvato due importanti strumenti normativi, il consiglio comunale ha ratificato il Regolamento per le alienazioni di terreni agricoli comunali ad uso ortivo e tra breve saranno messi a bando iprimi terreni, in località Maltempo. Il consiglio ha poi approvato il Regolamento per la trasformazione del diritto di superficie delle aree Peep, non appena pronte le perizie di stima si procederà ai riscatti”. Sul fronte alienazioni ci sono novità? “Il consiglio comunale si è espresso favorevolmente sul procedimento di alienazione congiunta con la società Grosseto Sviluppo Spa in deroga alla prassi ordinaria di riscatto del diritto superficie del lotto in area Pip aValpiana. Si è provveduto a vendere conastapubblica l’exmacellino di vicolo Luci incassando 27.501 euro. Altri beni saranno presto messi invendita tramite asta pubblica, un fondo commerciale in Valpiana, attualmente locato, un ex macello a Tatti, un terreno agricolo in località Coliberto e di un terreno boscato in località Poggio al Mugnaio”. Tutto fermo per i lotti di via dellaRepubblica? “Purtroppo l’Ente, nonostante ripetuti tentativi di vendita, non è ancora riuscito ad alienare i lotti edificabili invia dellaRepubblica e questo soprattutto per la sopravvenuta crisi del mercato immobiliare”. Gli abitanti di Niccioleta sono molto preoccupati per il futuro dell’ex centro sociale. “Finalmente siamo sulla strada giusta, l’ufficio Patrimonio può lavorare a un nuovo bando di gara per l’affidamento in gestione del centrosociale. A breve sarà emesso il bando”. Sul patrimonio agro forestale comunale ? “L’amministrazione è rientrata nella piena disponibilità della proprietà agricolaPodere Cerri Secchi con relativi terreni, a conclusione di una lunga e difficile causa legale e ora sarà possibile procedere a un bando per la vendita all’asta. Èstato stipulato un contratto di affitto con l’associazione Umavi per un terreno in località la Lenza da usare come area di addestramento per cani da lepre e da cinghiale. È stato predisposto recentemente un contratto di affitto per un terreno a Camparelli per lo svolgimento di una attività agricola ed è in corso di ultimazione una convenzione per l’utilizzo della casa di caccia di Tatti, luogo sicuramente molto utile anche ai fini sociali e ricreativi della frazione

 

 


Entra
Commenti recenti
IL NOSTRO SPOT
Categorie
GRAZIE PER LA VISITA