Archivi per la categoria ‘Campagna Elettorale 2014’

Il traguardo della presentazione delle liste è stato finalmente tagliato.

A questo punto i compiti delle tre liste si differenziano.

Massa Comune, come fino ad ora dimostrato, all’insegna della trasparenza e della programmazione ha fatto un balzo in avanti ed ha già indicato i potenziali assessori lasciando ai cittadini tempo di valutare ed apprezzare; insomma ancora una volta è andata in fuga staccando gli avversari con grande piglio e sicurezza.

Ora per Massa Comune si apre una fase di ulteriore spiegazioni ed informazione agli elettori giusto perché nulla rimanga nell’ombra.

Gli altri, invece, dovranno affannarsi a mettere insieme i 4+1 pescando nella lista ma molto probabilmente pescando dall’esterno tra quelli che saranno non eletti alla barba dei votanti.

Veniamo da più parti invitati a confronti pubblici cui diamo piena disponibilità ma notiamo un po’ di reticenza dalla parte avversa.

La presentazione dei potenziali assessori da parte di MC ha destato sorpresa e grande apprezzamento da parte dei cittadini ma soprattutto abbiamo ricevuto un grosso plauso per la qualità di quelli che voglio chiamare “I magnifici quattro”.

Grazie a tutti per il seguito e la considerazione che ci date.

Nel Febbraio scorso, MASSA COMUNE ha allestito una propria sede per affrontare la campagna elettorale.

Poco tempo dopo, lo ha fatto anche la coalizione “Massa Guarda Avanti”.

Nel Marzo scorso, in tale sede, MASSA COMUNE ha tenuto un’assemblea pubblica aperta a tutti i Cittadini.

Poco tempo dopo lo ha fatto anche la coalizione “Massa Guarda Avanti”.

Di seguito al primo incontro, MASSA COMUNE ha deciso di ripeterne uno a settimana, affrontando ogni volta una tematica diversa.

A ruota, ha deciso di farlo anche la coalizione “Massa Guarda Avanti”.

Ieri, MASSA COMUNE ha presentato quella che sarebbe la Giunta di Borelli in caso di vittoria della Lista Civica.

Chissà se ci copieranno anche in questo caso?

Ce lo auguriamo !!!

Se non lo facessero, avrebbero dimostrato definitivamente chi sono.

Se lo faranno, perché non organizzare un bell’incontro pubblico tra i candidati Assessori di Borelli e Giuntini dove gli stessi possano confrontarsi illustrando alla Cittadinanza i propri programmi e dimostrando le proprie competenze professionali?

Perché no? Dai, coraggio…

CONSCONS

IL TIRRENO

26.04.2014

pedataNon è un semplice mal di pancia quello del Pd massetano, ma un vero strappo. Sandro Poli infatti attacca duramente Marcello Giuntini e la direzione cittadina del partito, accusandoli di essere stato «fatto fuori». Una versione ben diversa da quella data dal Pd stesso, attraverso le parole del segretario dell’Unione comunale Piero Boccuni. «Non buttiamo fuori nessuno, ma pensiamo che i rinnovamenti di cui tutti vogliamo essere alfieri, in sostanza, si facciano con fatti e non per un posto in più o in meno dato a una corrente o cercando una propria visibilità personale». Che le cose non sarebbero state semplice si era intuito subito dopo l’esito delle primarie, quando tra il vincitore Giuntini e il vinto Poli ci sono stati solo otto voti di differenza. Troppo pochi e subito nel partito si è iniziato a lavorare per ricompattare le file. Tutto però è andato in fumo nei giorni scorsi, quando tutti, si sono seduti attorno a un tavolo per stilare la lista. «A Poli è stato offerto in caso di vittoria il ruolo di vicesindaco e la possibilità di esprimere un secondo assessore – spiega Boccuni – una candidatura che è stata fortemente richiesta anche dal livello regionale e provinciale del Pd, che considerava il suo coinvolgimento in prima persona, indispensabile per dare un forte segnale di impegno di tutto il partito». Una proposta, formulata tra l’altro da esponenti regionali renziani, che Giuntini ha accettato, mentre Poli ha rifiutato. La sua idea, infatti, era quella di non entrare in lista per far posto a due figure sue fedelissime, ma non viste di buon occhio dai dirigenti del partito, a loro parere poco in linea con l’idea di cambiamento, dato che in qualche modo sono legate alla politica massetana da tempo. Uno strappo che adesso rischia di mettere in salita la corsa del Pd verso le amministrative.

LOCANDINA 27.04

Il messaggio è chiaro: TRASPARENZA e COMPETENZA.

Il Movimento Civico MASSA COMUNE che supporta la candidatura a sindaco dell’ingegner Fiorenzo BORELLI non ha e non avrà segreti.

Non ha e non avrà segreti !!!

I Massetani che andranno al voto sanno già da chi saranno amministrati in caso di vittoria della Lista Civica.

Un segnale forte.

Così come quello di cui parlano già in molti: i quattro potenziali assessori di Borelli sono TUTTI specializzati nei rispettivi settori che andrebbero a dirigere.

Vedo che avete inserito anche il nome dei potenziali assessori: ottimo.

Vediamo se anche le altre liste, raccogliendo la sfida di Massa Comune e l’auspicio di Sarah Corsini di cambiare finalmente anche a Massa Marittima il modo di fare politica, sapranno fare altrettanto.

In particolare, mi incuriosisce la lista degli assessori di Marcello Giuntini la quale, secondo voci attendibili, sarebbe composta da figli o, soprattutto, figlie d’arte.
tratto da   www.ilgiunco.net
MASSA MARITTIMA – Si è presentato a Massa Marittima il movimento civico “Massa Comune” la cui lista sostiene la candidatura a sindaco di Fiorenzo Borelli: e proprio il candidato primo cittadino ha presentato i nomi della sua squadra.
Si tratta di 12 persone con un’età media di 43 anni, in rappresentanza di un po’ tutte le categorie sociali e professionali.
I candidati consiglieri sono: Mariliana Baldi, 53 anni, ristoratrice – Corrado Cerboneschi, operaio, 38 anni – Luciana Chelini, 54 anni, medico, – Gabriele Galeotti, 50 anni, architetto – Francesco Mazzei, 49 anni, agronomo – Lucia Meucci, 47 anni, insegnante – Federico Montomoli, 51 anni, impiegato – Paolo Neri, 48 anni, impiegato – Davide Nerelli, 28 anni, imprenditore agricolo – Gennaro Orizzonte, 27 anni, laureando in ingegnere informatica – Chiara Rapezzi, 45 anni, impiegata – Cristian Verniani, 29 anni, laureando in medicina.
Ma Borelli ha estratto anche un asso dalla manica. Aveva fatto una promessa e l’ha mantenuta rendendo nota ben prima delle elezioni, forse per la prima volta, quella che sarebbe la sua Giunta in caso di vittoria.
I 4 candidati Assessori, tutti interni alla Lista e tutti laureati nello specifico settore che andrebbero a dirigere sono: Francesco Mazzei, agronomo, assessore all’Agricoltura e alle Attività economiche; Luciana Chelini, medico, assessore alla Sanità e alle Politiche Sociali; Lucia Meucci, insegnante, assessore alla Cultura e al Turismo; Gabriele Galeotti, architetto, assessore all’Urbanistica e ai Lavori Pubblici.
Borelli riserverebbe a sé gli Affari Generali, le Finanze e il Personale. Francesco Mazzei sarebbe il Vicesindaco e il responsabile di Ambiente e Sport. A Luciana Chelini andrebbero anche le Pari Opportunità. Gabriele Galeotti gestirebbe parallelamente il Patrimonio e la Protezione Civile.
Ogni assessore, inoltre, avrebbe la responsabilità di una delle 4 Frazioni (Valpiana, Prata, Niccioleta e Tatti).

tratto da   www.ilgiunco.net

MASSA MARITTIMA – «È finito il tempo delle primarie e degli slogan, il tempo per le trattative a due giorni da una presentazione di una lista non c’era più: inizia il tempo della responsabilità per lavorare per il territorio che amiamo». Piero Boccuni, segretario dell’unione comunale del Partito Democratico di Massa Marittima, entra nella polemica sollevata dal candidato alle primarie Sandro Poli. «Sandro Poli, cui è stato offerto in caso di vittoria il ruolo di vicesindaco e la possibilità di esprimere un secondo assessore, è uscito sulla stampa con la pesante frase “ci hanno buttato fuori” – continua Boccuni -, era stata la prima persona contattata per candidarsi come portavoce: una candidatura che è stata fortemente richiesta anche dal livello regionale e provinciale del PD, che considerava il suo coinvolgimento in prima persona, indispensabile per dare un forte segnale di impegno di tutto il partito nella campagna elettorale. La richiesta regionale, formulata dal sindaco di Scarlino Maurizio Bizzarri, autorevole esponente renziano, che ha partecipato all’incontro in rappresentanza dell’esecutivo provinciale è stata condivisa dal candidato sindaco Marcello Giuntini ma rifiutata dal Poli, così come ogni altro tentativo di coinvolgimento, compreso quello di fornire almeno dei nomi di donna da inserire nella lista».

«Abbiamo preparato una lista “bella”, ricca di giovani di cui molti nuovi alla politica, che non sono classificabili riduttivamente come bersaniani, renziani… ma hanno nomi, cognomi e competenze da rispettare – prosegue Boccuni -; con un candidato per ogni frazione e molte altre risorse che elencheremo il 3 di maggio contestualmente alla presentazione pubblica. Abbiamo cercato di dare rappresentanza anche alle varie anime del Partito Democratico, compreso quella renziana, che trova in Flavio Zazzeri un importante riferimento riconosciuto anche a livello provinciale. Non buttiamo fuori nessuno, ma pensiamo che i rinnovamenti di cui tutti vogliamo essere alfieri, in sostanza, si facciano con fatti e innesti giovani e battendosi per cause importanti per la nostra gente come la chiusura dell’altoforno a Piombino, non per un posto in più o in meno dato a una corrente o cercando una propria visibilità personale».

Sandro Poli ribatte invece «Nessun “renziano” nella lista dei consiglieri Pd per le amministrative di Massa Marittima. Nei giorni scorsi il gruppo che fa riferimento a Renzi ha consegnato, al candidato sindaco Marcello Giuntini, una proposta per la condivisione della composizione della lista dei consiglieri. Abbiamo suggerito a Giuntini sia due candidati consiglieri decisamente riconducibili alla proposta Renzi sia altri non impegnati nel progetto Renzi ma chiaramente condivisibili dal candidato a sindaco. Con grande amarezza, l’entusiasmo profuso in questi ultimi giorni, da parte del gruppo “renziano” di Massa Marittima, è naufragato nella riunione di mercoledi 23 aprile. I termini del potenziale accordo offerto dal candidato Giuntini prevedevano, infatti, che a fronte di una sostanziale parità dei consensi raccolti nelle primarie Poli avrebbe dovuto candidare solo 2 consiglieri su 12 totali. Ci chiediamo, inoltre, per quale motivo siano state poste delle pregiudiziali verso dirigenti del Pd ritenuti adeguati per rivestire ruoli politici di segreteria territoriale ma pregandoli di farsi da parte per il bene comune locale. Questo clima di sfiducia verso la nostra proposta si è palesato ulteriormente quando, anziché comprendere che era opportuno garantire a Poli la dignità di chi alle primarie ha raccolto quasi ottocento voti confermando, per le sue indubbie qualità ed in maniera lungimirante, un ruolo amministrativo, si è preferito, in maniera del tutto superficiale invitarlo ad andarsi a cercare i voti pretendendo la sua candidatura come consigliere. Coloro che, pur definendosi renziani, hanno aderito a candidarsi nella lista dei consiglieri redatta dal Giuntini lo hanno fatto a titolo personale senza aver mai né aderito né partecipato attivamente al gruppo di lavoro di Massa Marittima. Oggi possiamo dire con grande serenità che il nostro gruppo ha compiuto la scelta giusta di consegnare a Giuntini l’onere di scavare una miniera lasciando a casa molti ottimi minatori».

E una vicenda simile ha coinvolto anche Montieri dove il coordinatore comitato Renzi di Montieri Claudio Grassini afferma: «Dopo Massa Marittima, anche a Montieri i Renziani sono stati esclusi dalla lista per le comunali. (Giuntini sindaco uscente di Montieri e ora candidato sindaco a Massa Marittima, pura casualità?) A Montieri le cose sono andate anche peggio di Massa, perché sono state violate tutte le regole che il Partito Democratico si è dato dalla sua nascita: non c’è stata nessuna discussione nei circoli sui nominativi e sul programma, non c’è stata nessuna votazione della lista nell’Unione comunale. Tuttavia il candidato sindaco e alcuni esponenti del Pd hanno deciso e impacchettato, consegnando ieri mattina la lista imputata senza nessuna remora nei confronti di chi si era battuto lealmente alle scorse primarie. Infatti la vittoria, pur legittima, del Verruzzi, non giustifica questa assurda esclusione, perché non inserire neanche un candidato a consigliere ci sembra davvero troppo. Per questo, chiediamo alla Segretaria provinciale Barbara Pinzuti, dov’era, visto che essendo la segretaria di tutti, doveva garantire anche a Montieri quel pluralismo che è il vero cardine del nostro partito, che forse solo per qualcuno è democratico».

tratto da   www.lanazione.it
27.04.2014

A Massa Marittima sono tre i papabili per sostituire Lidia Bai: Fiorenzo Borelli, Marcello Giuntini e Luca Santini. Ieri sera Fiorenzo Borelli ha alzato il sipario sulla sua lista, ma ha fatto di più, oltre ai candidati consiglieri ha già dato la composizione della sua squadra di governo in caso di vittoria che vedrà lo stesso sindaco tenere per sé le deleghe al personale e agli affari generali. Gli assessori saranno Francesco Mazzei a cui andrà anche la carica di vicesindaco, Luciana Chelini alla Sanità, Lucia Meucci al Turismo e Gabriele Galeotti avrà l’Urbanistica. I candidati consiglieri sono: Mariliana Baldi, Corrado Cerboneschi, Luciana Chelini, Gabriele Galeotti, Francesco Mazzei, Lucia Meucci, Federico Montomoli, Paolo Neri, Davide Nerelli, Gennaro Orizzonte, Chiara Rapezzi, Cristian Verniani.

Fiorenzo Borelli
Massa Comune

Mariliana Baldi, Corrado Cerboneschi, Luciana Chelini, Gabriele Galeotti, Francesco Mazzei, Lucia Meucci, Federico Montomoli, Paolo Neri, Davide Nerelli, Gennaro Orizzonte, Chiara Rapezzi, Cristian Verniani.

Luca Santini
Massa Va Oltre


Guido Mario Biagini, Raffaella Cecchelli, Maria Elena Cernuto, Bruno Cutini, Barbara Fiorini, Alessandro Giuliani, Giovanni La Barbera, Sandra Marchi, Umberto Marrami, Riccardo Martelli, Dario Martellucci, Marcella Mercantelli.

Marcello Giuntini
Massa Guarda Avanti


Irena Carli, Stefania Cionini, Michele Fidanzi, Tiziana Goffo Pieraccini, Alessio Guazzini, Sonia Lenzi, Anna Magrini, Davide Pedrini, Massimo Salvadori, Danilo Simoni, Niccolò Spadini, Flavio Zazzeri.

Oggi alle 17,30 Massa Comune presenterà la lista dei candidati consiglieri e quella dei potenziali 4 assessori.

E’ stato un lavoro lungo e difficile ma sono particolarmente soddisfatto della squadra.

Ci eravamo dati degli obiettivi e soprattutto avevamo indicato a programma i settori di interesse e lì abbiamo piazzato pezzi da novanta.

Vorrei lasciare un minimo di suspance fino a domani sera ma sento il dovere già da ora di ringraziare chi  ha condiviso il progetto ed ha deciso di unirsi alla squadra.

Ringrazio in particolare Gabriele per l’impegno profuso nella formazione del gruppo e nella preparazione certosina dei documenti necessari alla presentazione della lista.

L’interesse verso la nostra lista sta decollando: si respira aria di successo e coloro che ci hanno creduto saranno gratificati.

A tutti dico “non abbassiamo la guardia” e tiriamo dritto verso il traguardo, abbiamo fatto scelte giuste.

 

 

 

 

di Fiorenzo Borelli

 

 LISTA CIVICA MASSA COMUNE

Massa Comune, ormai da due mesi, costruisce la propria campagna basata sul mettere a conoscenza la gente di quanto fino ad oggiaccaduto, sullo spiegare la reale situazione economica ma anche nel mostrare come modificarla e nel lanciare un messaggio di speranza a chi in Massa crede ancora.

Io personalmente, con toni mai polemici ma con dati di fatto non confutabili, ho cercato e cerco di spiegare alla gente come e dove si possono trovare gli spazi per operare  e come tornare ad essere orgogliosi di essere Massetani.

Possiamo tutti insieme fare molto ma i futuri Amministratori dovranno dare per primi l’esempio.

Sento per le strade la cresciuta consapevolezza che dobbiamo cambiare e le persone mi guardano e mi chiedono di andare avanti, mi danno la propria fiducia e si aspettano un cambio di passo.

Sento sinceramente l’affetto dei miei concittadini e la convinzione che insieme possiamo vincere.

Tutti hanno sperato in una tornata elettorale con due sole liste e quando è nata la terza c’è stata sorpresa ma solo per un attimo e già tutto è passato.

Credo sinceramente che sia la volta buona, arrivano consensi forti anche da molti che per decenni hanno votato la maggioranza perché stanchi di una politica che ha ucciso il paese.

Nello sport ma conviene anche nella vita quotidiana, allenatore che perde deve andare a casa.

Grazie a tutti, ho bisogno di tutti voi oggi per vincere e domani ancor di più per governare insieme!


P.S.   Mi rivolgo soprattutto ai più giovani e dico che voi più dei vostri genitori avete facilità di capire un cambiamento ed il coraggio per farlo, non arrendetevi ad un destino che ci vede perdenti! Il futuro ci può dare ragione se lo aggrediamo e non se lo subiamo.

Il paese Italia vive da cinque anni una grave crisi e non vede granchè luce ma possiamo e dobbiamo difendere il nostro territorio e provare a costruire un nostro microcosmo in cui poter vivere e prepararci ad una ripresa generale in cui inserirsi.

Sarebbe per me un grande piacere sedermi con i più giovani e ragionare insieme sulla situazione per trovare idee.

canile

clicka per ingrandire

COMUNICATO  STAMPA

Sindaco di Massa  Marittima 

Giunta  Comunale

Consigli di Frazione (TATTI, VALPIANA , PRATA)

PC – Circolo di SEL Massa  Marittima 

PC  – Segreteria Provinciale SEL Grosseto

Il sottoscritto Pedrini Davide in  veste di Vice Presidente del Consiglio di Frazione di Niccioleta e componente del Circolo di SEL Massa Marittima presenta le proprie dimissioni alla Giunta Comunale, le motivazioni principali, peraltro più volte rese note a Codesta Amminastrazione sono le seguenti:

 1) Sostanziale distacco e insufficiente attenzione dell’ Amministrazione  nei riguardi dei problemi esposti dalla frazione e da molti dei suoi rappresentanti, che risente molto della mancanza di servizi ed è per questo sempre più in difficoltà.

 2) Mancanza della presenza comunale e della partecipazione della discussione e chiarezza su varie problematiche importanti sollecitate più volte  e per lungo tempo (10 anni)

Negli ultimi 10 anni per quanto mi riguarda ad esempio non sono mai stato prese  in considerazione le mie proposte.  ritengo che il mio impegno nel quale ho creduto a lungo, non serva più a nulla, per cui trovo inutile e sprecato il mio ulteriore impegno.

 3) Si fa presente inoltre la necessità che il regolamento dei Consigli di Frazione venga profondamente modificato in modo che questi abbiano maggior autonomia nelle problematiche che li riguardano.

Ringrazio la Frazione di Niccioleta per avermi dato Fiducia.

Distinti SALUTI

                       Pedrini Davide

°

 

°

°Tratto da “La Nazione” del 17.04.2014

°

Uffici di piano 17042014

°


Entra
IL NOSTRO SPOT
Categorie
GRAZIE PER LA VISITA