Ieri sera si è svolto il primo consiglio comunale, in via telematica, con la presenza di tutti i consiglieri.

Il Sindaco, nelle comunicazioni, ha introdotto  la difficoltà di redazione di un bilancio di previsione nella situazione di emergenza in cui ci troviamo in mancanza di risposte certe su finanziamenti/disposizioni da parte del Governo centrale.

Su questo concetto , nello svolgersi del consiglio, ho voluti chiarire che normalmente i bilanci di previsione si redigono alla fine dell’anno che precede e si fanno gli aggiustamenti ogni tre mesi in funzione dei cambiamenti intervenuti. Questa era un’occasione classica inquanto la previsione andava fatta a Dicembre 2019 e doveva subire modifiche anche sostanziali a marzo 2020 condizionato dal Covid 19.

Ovviamente il concetto non è stato minimamente recepito.

Dopo le comunicazioni del Sindaco, l’amico Dr Marco Mazzinghi ha presentato alcune considerazioni sulle grandi difficoltà delle strutture sanitarie locali ed ha lanciato una richiesta al Sindaco affinchè portasse avanti una campagna di controlli sierologici sulla popolazione.

Ovviamente Il Sindaco ha dato risposte vaghe ed ha lasciato decadere il tema.

Si è passati alla presentazione dei beni del Comune da mettere in vendita, beni riproposti a prezzi invarati rispetto a 5-6 anni fà ; ho rilevato che le valutazioni sono assolutamente fuori mercato.

Al Sindaco non ha minimamente affrontato il problema poichè ovviamente quei valori sono poste attive che tanto fanno comodo al loro bilancio che altrimenti non potrebbe proporre investimenti.

E’ stato presentato l’elenco delle Opere pubbliche da realizzare negli anni 2020-2021-2022 nella speranza di ottenere una serie di finanziamenti di cui oggi esiste solo l’essere in graduatoria; oltretutto si rileva un monte investimenti per il 2020 di oltre 4 milioni di euro senza avere al 15 Aprile, in gran parte,  coperture, progetti esecutivi e gare assegnate.

E’ facile capire che è solo propaganda.

Infine è stato presentato un elenco di attività su cui il Comune dovrebbe affidare delle concessioni fra cui la gestione del mattatoio (ma quando smetteranno di raccontare frottole), la piscina (ritengono di ultimare lavori di efficientamento energetico e lasciare alla Provincia di completare gli altri lavori di ristrutturazione) su cui vergognarsi dovrebbe essere il minimo che potrebbero fare.

Oltre alle osservazioni portate avanti dal nostro gruppo , c’è stato un lungo intervento di Alessandro Giuliani teso ad evidenziare che tutto il documento di programmazione portato in approvazione non ha minimamente toccato lo stato di emergenza sanitaria prima ed economica dopo che il Corona Virus ha portato.

Si è chiuso, a parte altre delibere marginali, con una filippica del Sindaco che pretendeva una condivisione dei temi alla luce dello stato di emergenza.

E’ semplicemente incredibile che un Amministrazione possa pretendere una approvazione di documenti fasulli, errati e incongruenti solo per il fatto che c’è una emergenza sanitaria.

Purtroppo i cittadini ne verranno a sapere ben poco.

Unica nota lieta è stata una posizione compatta di tutte le forze di minoranza per quanto valga assolutamente niente. 

Lascia un Commento

Devi aver fatto il login per inviare un commento


Entra
IL NOSTRO SPOT
Categorie
GRAZIE PER LA VISITA