Non passa giorno che qualcuno non si esprima sulle condizioni del nostro Ospedale ma nessuna voce aurorevole riesce a convincere.

Proviamo a fare un pò di chiarezza :

-Pediatria: nomina di più pediatri per coprire le necessità ma di fatto non più disponibilità dello stesso professionista durante la settimana

-Chirurgia :  pensionamento di due chirurghi e quindi non più reperibilità notturna e festiva, con una comunicazione che programma un bando a marzo 2020 e quindi stato di disagio quanto meno fino alla prossima estate ammesso che si risolva

-Laboratorio analisi : pensionamneto della Dirigente e nessuna previsione di sostituzione

-Radiologia : pensionamento di un Radiologo e mancanza di reperibilità notturna e festiva

-Pronto soccorso : organico assolutamente sotto dimensionato e dirottamento di una fetta di pazienti a Grosseto dove il pronto soccorso è alla paralisi (gente anche tre giorni sulla barella in attesa di sistemazione in qualche reparto)

Il quadro è tipico di un Ente in fase di smobilitizzazione.

Mancanza di medici, significa mancata assistenza ma anche scomparsa di posti per infermieri e tecnici.

Abbiamo il diritto sacrosanto di sapere la verità! Bisogna smettere di rimbalzare il problema , di rinviarlo, di delegare le risposte o di riproporle in maniera manipolata.

Non vogliamo risposte dai Politici, vogliamo risposte dalla Dirigenza ASL in via diretta!

Lascia un Commento

Devi aver fatto il login per inviare un commento


Entra
IL NOSTRO SPOT
Categorie
GRAZIE PER LA VISITA