L’uomo, normalmente, ha una grande capacità di adeguarsi alle situazioni anche negative che lo circondano fino ad arrivare al punto di non accorgersi più.

In questi ultimi venti anni, sul territtorio del nostro Comune,  si sono creati tanti di quei disastri che difficilmente un altro Comune di dimensioni similari può sperare di superarci in questa deprecabile graduatoria.

Proviamo ad elencare le situazioni peggiori cui si aggiungono ogni due tre anni alcune new entries.

Partiamo dal buco del carcere di cui ci lecchiamo ancora le ferite, passando per il campo della Cammilletta che ha visto sostituire  nell’uso giovani calciatori con allegri amici a quattro zampe, area Molendi di cui stiamo pagando cifre milionarie senza aver acquisito niente, fabbricati ed opere dell’ex Agraria simili a residui di guerra, fino ad arrivare ai giorni nostri con la palestra palafitta attigua all’ITI,  il mattatoio ormai residenza stabile di ratti e dulcis in fundo la piscina sulla cui molto improbabile riapertura di tanto in tanto si alza qualcuno che si inventa una data di ripartenza.

Quale è il comune di nostrane dimensioni che è riuscito a fare così tanti disastri in un tempo relativamente breve?

Credo serva un impegno davvero significativo per riuscire ad ottenere così tanti insuccessi e soprattutto credo serva davvero tanta incapacità/cattiva volontà per gravare i malcapitati e incolpevoli cittadini di così grandi oneri.

Ma i cittadini cosa ne pensano? Ma non si sono ancora stancati? Quanto potranno continuare a farsi raccontare frottole o programmi impossibili?

Non può che finire questo modo di amministrare.

Lascia un Commento

Devi aver fatto il login per inviare un commento


Entra
IL NOSTRO SPOT
Categorie
GRAZIE PER LA VISITA