E’ di questi giorni la notizia che la Corte dei Conti ha rilevato una serie di incongruenze nelle spese effettuate dall’Unione dei Comuni ex Comunità Montana dal 2003 al 2015 , incongruenze consistenti in piccole ma numerose spese in panettoni, spumanti, colazioni etc etc che verrebbero addebitate al Responsabile dell’Economato.

Mi viene spontaneo fare alcune riflessioni :

-solo nel 2016 si concretizzano azioni di controllo a partire dal 2003;  

-si addebitano tutte le spese fatte come rimborsi a Funzionari ed Amministratori al Responsabile dell’Economato scelto come capro espiatorio di un sistema che con grande bontà voglio definire “disinvolto”.

-davanti a  tutte le questioni di enorme gravità che gravano sul nostro territorio, la Corte dei Conti rileva una non correttezza nei rimborsi di circa 12 anni pari a circa 5.000 euro.

Credo siamo davanti all’ennesima dimostrazione di gestioni allegre sulle spalle dei cittadini.

Desidero esprimere il totale supporto morale a chi viene assurdamente messo sul banco degli imputati e condannare l’ennesimo pluri ripetuto comportamento scorretto e maldestro a danno della comunità.

La patata poco impugnabile rimane oggi nelle mani del Presidente attuale che, incolpevolmente, dovrà gestirla: ci tengo a chiarire e ribadire che quanto accaduto riguarda i tre Presidenti precedenti l’attuale oltreché il Commissario cui fu affidata la gestione nel passaggio tra Comunità Montana e Unione di Comuni.

Lascia un Commento

Devi aver fatto il login per inviare un commento


Entra
IL NOSTRO SPOT
Categorie
GRAZIE PER LA VISITA