LAN_28.06.2016clicka per ingrandire

 

prefettura

 

Il Sindaco pensa di essersela cavata aggrappandosi ad un cavillo normativo. Ma il Prefetto parla chiaro e dice di muovere con immediatezza. Oggi ci sono mezzi (come la PEC, che tutti i consiglieri sono OBBLIGATI ad avere) che consentono al Comune di notificare un documento in tempo pressoché reale, oltre a rappresentare un risparmio notevole per le proprie casse. Secondo il Giuntini – forse mal consigliato dal segretario Rubolino che ama più il SAX che la PEC ed usa sovente la raccomandata cartacea – 5 giorni (tanti quanti sono serviti per notificare l’avviso del Prefetto al Consigliere Carli) rientrano nell’immediatezza… Allora perchè non 10 o 15 giorni; oppure uno o due mesi… se la dott.ssa Carli fosse stata – ad esempio – in ferie in Brasile o a Pontassieve…

Un Commento a “Massa Comune si sarebbe sbagliata…”

Lascia un Commento

Devi aver fatto il login per inviare un commento


Entra
IL NOSTRO SPOT
Categorie
GRAZIE PER LA VISITA