•

L’art.40 del D.lgs 150/2009 (c.d. Decreto Brunetta), dopo l’emanazione della Legge delega 15/2009, modificando l’art.19, commi 6 e seguenti, del D.lgs 165/2001, ha rivisto le disposizioni in materia di conferimento degli incarichi dirigenziali a tempo determinato degli enti locali.

Tra le altre cose, ha stabilito che il ricorso agli incarichi esterni sia possibile nelle sole ipotesi in cui non vi siano, all’interno delle singole amministrazioni, persone dotate della qualifica professionale richiesta.

 

Ipotizziamo che un Comune abbia affidato, per anni, un incarico dirigenziale a un proprio dipendente in possesso della qualifica professionale richiesta [art 109 D.lgs 267/2001].

Bene, come potrebbe togliergli tale incarico, pur continuando il medesimo a prestare servizio per l’Ente stesso, per affidarlo all’esterno [art 1110 D.lgs 267/2001]?

Ciò significherebbe censurarne pesantemente l’operato ed equivarrebbe a ritenerlo NON PIU’ dotato della qualifica professionale richiesta…

Lascia un Commento

Devi aver fatto il login per inviare un commento


Entra
IL NOSTRO SPOT
Categorie
GRAZIE PER LA VISITA