Giuntini non è un Sindaco: è un Amministratore di Condominio.

E dei meno preparati, dei meno disponibili e dei più ipocriti.

Non me ne voglia la Categoria, ma costui è costretto ad adottare metodi che meglio si confanno a un’Assemblea di Condominio che al Consiglio Comunale.

Del resto, i Consiglieri di Maggioranza altro non sono che Condòmini stizzosi e egoisti, ciascuno intento a salvaguardare la propria “dimora” e rivolto a trarre un profitto personale dall’attività comune…

Ieri sera, cosa più unica che rara nel panorama dell’attività amministrativa degli enti locali, dopo averlo convocato lui stesso, Giuntini NON SI E’ NEPPURE PRESENTATO IN CONSIGLIO…

E, come lui, tutti i suoi Condòmini…

Con TUTTI i Consiglieri di Minoranza ad attendere insieme ad un nutrito gruppo di Cittadini…

INCREDIBILE !!!

Si tratta di un atteggiamento gravissimo che potrebbe anche non essere mai stato adottato da alcun altro Sindaco italiano…

Una figura meschina, ma ben eloquente del suo misero spessore politico.

Tutto ciò perché, non riuscendo a contrastare l’opposizione delle Minoranze e non potendo contare sui propri numeri, per poter deliberare quanto già deciso nelle segrete stanze del Palazzo Comunale o in Via Calatafimi, è costretto a ricorrere alla seconda convocazione (quando è sufficiente la presenza di appena 4 Condòmini)…

Giuntini è solo ed ha commesso l’errore di accettare imposizioni per formare la sua squadra: ora ha capito di non poter contare su nessuno…

Lascia un Commento

Devi aver fatto il login per inviare un commento


Entra
IL NOSTRO SPOT
Categorie
GRAZIE PER LA VISITA