Questo è un interessante studio
del “Laboratorio di Democrazia” sull’area del Magrone

 

magrone-TF-edificazioniclicka per leggere 

 

5 Commenti a “Uno studio sul Magrone”

  • Surfer scrive:

    Ottimo lavoro! Molto professionale. Saranno capaci di leggerlo i nostri amministratori?

  • Donatella Raugei scrive:

    allora a Valpiana vi era un Presidente del Consiglio di Frazione che faceva anche parte del Laboratorio di Democrazia ……. ecco anche perché non vogliono piu Consigli di Frazione …… da un anno e mezzo ……… lo richiediamo ..non dimentichiamo che secondo il regolamento, tre membri su quattro sono nominati( due di maggiranza, uno di opposizione) da Consiglio comunale che è stato rinnovato nel 2014…..

  • antoniosartori scrive:

    “…Saranno capaci di leggerlo i nostri amministratori?”……………………….La risposta a questo interrogativo visto che sono passati ormai tre anni non c’è mai stata e l’unica cosa evidente è che il progetto è costato al comune più di 40.000 euro……………………………………..Ne credo si possa chiamare tale la richiesta successiva di “dichiarazione di interesse all’utilizzo dell’area” a cui rispose una unica azienda per la realizzazione di un impianto di Pirolisi da 8 MW alimentato da biomasse legnose per 80.000 ton./anno reperite nella cosidetta “area della filiera corta dei 70 Km” per avere acesso agli incentivi energetici…………………….Anche questa ipotesi si è risolta nel nulla perchè la società proponente “Industria e Innovazione” ando in crisi dopo il blocco subito a Colle Val d’Elsa nel 2012 dell’impianto gemello………………………In compenso in un articolo di giornale dello scorso anno a chiusura del mandato Lidia Bai affermava che era stata persa una buona occasione data la abbondanza di legname del nostro territorio…………………………..Potrebbe essere utile ed interessante organizzare una riunione pubblica nella sala del consiglio comunale dove fare una presentazione illustrativa dati anche i contesti ben più ampi di quelli del solo nostro comune che riguardano questo tema e che sono ancor oggi di estrema attualità visto ad esempio che è ancora aperta la fase autorizzativa dell’impianto che si dovrebbe realizzare a Roccastrada alla Cava dei Gessi ed altro ancora.   

  • antoniosartori scrive:

    Un’altra annotazione su cui riflettere riguardo a due frasi inserite nei testi del progetto……………….”……aumenterà il PIL di Massa Marittima….”……..e………”…….la zona industraiale di Valpiana è totalmente esaurita……….”……………………………Due affermazione epocali e categoriche buttate lì senza alcuna documentazione a supporto………………………Ma da parte degli amministratori politici questo si può aspettarselo, strano è invece che i tecnici del comune ed quelli esterni mettano anche loro la firma su documenti con simili affermazioni e quindi condividendole…………………Sarebbe interessante sapere da loro il perchè di questa condivisione viste le perplessita che suscita sulla loro autonomia professionale e decisionale.

Lascia un Commento

Devi aver fatto il login per inviare un commento


Entra
IL NOSTRO SPOT
Categorie
GRAZIE PER LA VISITA