Finalmente il GIRO D’ITALIA a Massa !!!

 

Per la verità… quasi a Massa…

 

Giovedì 14 Maggio, infatti, con la 6° tappa, la carovana si sposterà da Montecatini Terme a Castiglione della Pescaia passando per il nostro territorio comunale.

 

Ma, passato Pian dei Mucini e arrivata in Ghirlanda, anziché salire verso la nostra stupenda Cittadina, girerà verso Ribolla, voltandoci letteralmente le spalle…

 

I nostri amministratori parlano di turismo ma dovrebbero andare a… fare un bel giro in bici…

GIRO

Un Commento a “Ma andate a fare… un GIRO…”

  • Roberto Ovi scrive:

    Voglio confessarvi un fatto.
    Nel 2005 leggendo il quotidiano La Gazzetta dello Sport, venni a sapere che il Giro d’Italia dell’anno successivo sarebbe partito da Marcinelle, in Belgio, quale omaggio per il cinquantenario della tragedia che si verificò nella miniera di carbone di Bois du Cazier.
    Nella mia qualità di semplice consigliere comunale di opposizione, mi precipitai subito a parlarne con un l’assessore competente, al quale sottolineai l’esigenza di fare uno sforzo per prendere contatti con il comitato organizzatore, appartenente al medesimo quotidiano, e cercare di far transitare una tappa a Niccioleta e magari anche a Ribolla, per ricollegarsi al filo conduttore dello sfruttamento minerario, alla strage nazista ed alla tragedia nella miniera di lignite di Ribolla, occorsa nel 1954, che destò a suo tempo una profonda impressione in tutta Italia.
    Credo che queste circostanze non sarebbero passate inosservate agli organizzatori i quali, lo so per certo per conoscenze in ambito sportivo e giornalistico, sanno accogliere, ed eventualmente correggere in corso d’opera, i propri progetti quando sorretti da significative motivazioni.
    Lì per lì mi ringraziò, salvo poi svicolare ogni volta che mi vedeva, per il verosimile timore di dovermi parlare del progetto a lui sottoposto.
    Qualche tempo dopo, finalmente, non potè proprio fare a meno di dovermene parlare, riferendomi che non aveva preso alcun contatto con il comitato organizzatore, ma solo con esponenti politici ed amministrativi del Comune di Castiglion della Pescaia, dove il Giro era transitato pochi anni prima, quale sede di partenza di una cronometro individuale, che gli avevano detto che il comitato avrebbe probabilmente preteso una compartecipazione alle spese di organizzazione della tappa e quindi era preferibile non farne di niente.
    Richiesta assolutamente condivisibile, se rispondente al vero, visto che la manifestazione si porta dietro una quantità ingente di persone e tifosi che la seguono sempre in gran numero, portando alle località che la ospitano una piacevole pubblicità ed indubbi vantaggi economici.
    Il Comune di Castiglion della Pescaia, per quanto di mia conoscenza, può essere probabilmente intervenuto con un proprio contributo organizzativo, ma solo perché era sede di tappa. Non credo proprio che al Comune di Massa Marittima, ed a quello di Roccastrada, sarebbero state fatte simili ipotetiche richieste per un semplice transito in località ubicate nel proprio territorio.
    Qualche tempo dopo, nella cronaca locale di un quotidiano, questa persona lamentava l’assenza di grandi competizioni sul territorio, ricordando il fatto di cui sopra, ma scordandosi sgradevolmente di colui che gli aveva suggerito quell’idea.
    Io credo che non ci sia bisogno di aggiungere molto altro. La vicenda descrive già benissimo l’ignavia e la remissività di questa parvenza di classe politico amministrativa che ci ritroviamo.
    Non si accolgono idee, non si contatta chi organizza gli eventi per il timore, magari non vero ed ingiustificato, che si debba fare qualche ipotetico sacrificio per avverare una situazione.

Lascia un Commento

Devi aver fatto il login per inviare un commento


Entra
IL NOSTRO SPOT
Categorie
GRAZIE PER LA VISITA