images
 
In un misto di incredulità e stupore, cogliendo tutti di sorpresa e contro ogni previsione, Sandro POLI è stato nominato al vertice del Falusi.

Massa Comune augura ogni miglior successo al nuovo Presidente, convinta che voglia e sappia mettere in “ordine” le numerose questioni meritevoli di essere affrontate e riviste.

Si augura, altresì, di venire “spontaneamente” invitata a collaborare, partendo dal mettere a sua disposizione ogni atto relativo alla contabilità dell’Istituto.

Il maggior conforto di Massa Comune, comunque, sta nel fatto che Poli, per le questioni fiscali e contabili, abbia al suo fianco un professionista del calibro di Alessandro Giuliani.

Un Commento a “Contro ogni previsione”

  • Roberto Ovi scrive:

    Mi unisco volentieri alla vostra apertura di credito al nuovo Presidente dell’A.S.P. (Azienda Pubblica Servizi alla Persona) “Istituto Falusi” Sandro Poli, che ha esperienza ed autorevolezza per ben operare ed attuare in modo efficiente, e soprattutto economico, quanto previsto nei vari accordi per l’assistenza socio sanitaria integrata e per la non autosufficienza, anche domiciliare, con particolare riferimento al protocollo di intesa del Luglio 2013.
    E’ appena il caso di ricordare che nel 2004, ed anche successivamente, io ed il collega Cappelloni esprimemmo parere negativo alla trasformazione in A.S.P. dell’I.P.A.B. (Istituto per l’Assistenza e la Beneficenza) “Istituto Falusi”, perché questo era sostanzialmente privo delle risorse finanziarie, soprattutto patrimoniali, necessarie per attuare gli interventi e gli investimenti necessari ad esercitare le proprie funzioni, come previsto dall’articolo 12 della L.R.T. 43/2004.
    Preferivamo che confluisse all’interno della Società della Salute, come espressamente previsto dalla Delibera C.C. n°95 del 26 Novembre 2003 recante “Approvazione progetto sperimentale di Società della Salute e bozze Statuto e Convenzione”, e dalla Delibera C.C. n°95 del 20 Dicembre 2004 recante “Società della Salute: integrazione ed adeguamento alla Deliberazione G.R.T. n.269/2004. Approvazione”, e relativi atti allegati, perchè ciò avrebbe comportato evidenti benefici sia al personale che all’utenza.
    Non se ne fece nulla, ed oggi non sarà facile per nessuno venire a capo di una situazione gestionale abbastanza complicata, anche perché sarà davvero difficile reperire le necessarie risorse aumentando le rette, già alte, a carico dei degenti e delle loro famiglie.
    E’ per questo motivo che mi permetto di dire agli amici di Massa Comune, che non hanno certo bisogno dei miei consigli, di seguire passo per passo la gestione del nuovo Presidente, sostenendolo, se sarà in grado di fare scelte coraggiose e non penalizzanti per dipendenti e degenti, oppure criticandolo se, come mi sembra assai probabile, troverà molto difficile coniugare le diverse esigenze in gioco.
    Intanto, come osservavate, potrebbe iniziare col fornirvi accesso agli atti ed alla documentazione richiesta, illustrandovi magari il suo nuovo progetto di organizzazione e gestione dell’Istituto e, perché no, cercare la vostra collaborazione per attuare il suo progetto, se condiviso.
    Perlomeno questa è la strada che cercherei di fare se fossi al suo posto.
    Anche perché, per un renziano, rimanere al vertice di un’azienda pubblica, dal ruolo così importante, gestendo una mediocre ordinaria amministrazione, non credo possa costituire un obiettivo serio e credibile.
    Buon lavoro a tutti

Lascia un Commento

Devi aver fatto il login per inviare un commento


Entra
IL NOSTRO SPOT
Categorie
GRAZIE PER LA VISITA