IL TIRRENO

03 dicembre 2014

Sanità

 


 
Botta e risposta tra Massa Marittima e Follonica
sul potenziamento del presidio di Riotorto
«Ospedali: valorizzare il Sant’Andrea»

 


 

Massa Marittima risponde a Follonica, almeno ad alcune sue forze. Il punto del discorso riguarda gli ospedali, con la città del golfo che ne sponsorizza la costruzione a Riotorto e quella del Balestro che difende il suo Sant’Andrea. «Troviamo corretta l’osservazione di un graduale e preoccupante svuotamento di funzioni degli ospedali periferici che, conseguentemente rischiano di fornire sempre meno servizi al territorio – dicono dal Pd massetano – È in questa ottica che siamo recentemente scesi in campo e abbiamo preso posizione per difendere il presidio di pneumologia». I toni sono cortesi e mai polemici, nel tentativo di costruire una strada comune sull’argomento. «È una difficile lotta costante con necessità di vertice di tagliare spese, di risparmiare: siamo sicuri però che in tempi nei quali è arduo trovare fondi per i presidi esistenti, ci sarebbero i fondi per garantire i servizi a una nuova costosa struttura? In tempi di spending review non sarebbe meglio puntare a valorizzare le strutture che già esistono?» Una domanda che vuole andare a centrare il punto, secondo il primo partito di Massa Marittima. «Invitiamo a vedere il Sant’Andrea non come l’ospedale di Massa Marittima ma come una risorsa per un mondo esteso che va dalla costa a un vasto entroterra che non può essere dimenticato –continua la nota – In pochi minuti l’ospedale si raggiunge da tutto il golfo, minuti che potrebbero essere diminuiti investendo su una migliore viabilità. Nelle città, anche a Grosseto, considerando il traffico, ci vogliono tempi maggiori per poter essere assistiti». Da qui l’appello alla strada comune: «lottiamo allora insieme per servizi che rispondano alle esigenze del territorio: un reparto di rianimazione, ad esempio. In tempi difficili non pensiamo ad una casa nuova, ma come ogni buona famiglia ritingiamoci le persiane insieme affinché quella che abbiamo sia bella e accogliente». Parole che trovano il plauso dell’ex assessore oggi consigliere comunale, sempre Pd, Flavio Zazzeri. «Solitamente in un progetto si parte dalla fattibilità tecnica/economica: specialmente sulla seconda nutro dei dubbi sulle possibilità di trovare fondi da destinare ad una nuova struttura. Oltretutto avendo nel raggio di pochi chilometri ospedali importanti come Grosseto, Cecina, Pisa, Livorno tutti sulla costa tirrenica. Io propenderei per verniciare bene la persiane, specialmente se le Asl verranno ridotte in maniera consistente».(a.f.)

 

2 Commenti a “Botta e risposta tra Massa Marittima e Follonica sul potenziamento del presidio di Riotorto”

  • Roberto Ovi scrive:

    Fonte: CORRIERE DI MAREMMA

    04 dicembre 2014

    Boccuni: «Miglioriamo il Sant’Andrea»

    ENERGICO richiamo alla realtà rivolto ad alcuni esponenti del Pd di Follonica da parte del segretario intercomunale del Pd di Massa Piero Boccuni sulla rinnovata proposta di realizzare un nuovo ospedale a Riotorto.
    «Troviamo corretta l’osservazione di un graduale e preoccupante svuotamento di funzioni degli ospedali periferici che così rischiano di fornire sempre meno servizi al territorio», inizia Boccuni, e poi va avanti, «è in questa ottica che siamo scesi in campo e abbiamo preso posizione per difendere il presidio di pneumologia. E’ una lotta costante e difficile, con necessità di vertice di tagliare spese, di risparmiare. Siamo sicuri però che in tempi dove è arduo trovare fondi per i presidi esistenti, ci sarebbero i fondi per garantire i servizi a una nuova costosa struttura?». IN TEMPI DI spending review non sarebbe meglio puntare a valorizzare le strutture che già esistono?». Boccuni invita a vedere il Sant’Andrea «non come l’ospedale di Massa, ma dice come una risorsa per un mondo esteso che va dalla costa a un vasto entroterra che non può essere dimenticato. In pochi minuti l’ospedale si raggiunge da tutto il Golfo, minuti che potrebbero essere diminuiti investendo su una migliore viabilità. Nelle città, anche a Grosseto, ci vogliono tempi maggiori per poter essere assistiti. Lottiamo allora insieme per servizi che rispondano alle esigenze del territorio: un reparto di rianimazione, ad esempio»

  • Roberto Ovi scrive:

    Mi complimento con Boccuni per l’ottimo intervento. Bravo

Lascia un Commento

Devi aver fatto il login per inviare un commento


Entra
IL NOSTRO SPOT
Categorie
GRAZIE PER LA VISITA