LA NAZIONE

21 novembre 2014
 

Lavori alla cinta muraria

Spuntano reperti medievali


 

 

INASPETTATO e in un certo senso sorprendente ritrovamento archeologico venuto alla luce a Massa Marittima durante i lavori di riqualificazione della cinta muraria di epoca medievale che si affaccia su via Massetana. Ossa di animali, fra cui uno perfettamente integro appartenente ad un cervo e ancora più rilevanti resti di strutture abitative risalenti al 12°secolo, epoca ipotizzata dagli archeologi della Soprintendenza subito intervenuti su richiesta del Comune in qualità di committente dei lavori. Particolare importante quest’ultimo che rende ancora di più interessante il livello della scoperta quello di confermare la tesi da tempo sostenuta fra l’altro dallo stesso assessore alla cultura del Comune Marco Paperini in uno dei suoi scritti in cui da studioso e storico dell’arte analizzava quelli che furono gli aspetti fondamentali dello sviluppo culturale massetano. Il ritrovamento di resti di abitazioni confermerebbe infatti l’ipotesi secondo la quale Massa Marittima a cavallo fra il dodicesimo e tredicesimo secolo si sarebbe sviluppata da subito verso la piazza precedendo quello registrato successivamente nella parte alta di Cittanuova laddove nel Castello di Monteregio c’era la residenza del castellano fin dalla conquista di Massa da parte di Siena avvenuta nel 1335. Prima di quell’anno fin da circa il Mille fu residenza del Vescovo feudatario che lo trovò già castello feudale probabilmente della famiglia degli Aldobrandeschi, a loro provenuto da qualche re o imperatore, come fa supporre il nome di Monteregio. A questo punto è plausibile ritenere che altri reperti in aggiunta a quelli rinvenuti casualmente potrebbero venire alla luce sempre che si riesca a trovare i necessari finanziamenti per proseguire negli scavi lungo il percorso della stessa cinta muraria già interessata da un intervento di riqualificazione sulla base di quanto a suo tempo emerso da quel Concorso di Idee indetto dal Comune e vinto da uno studio tecnico milanese. Un concorso di idee su scala nazionale per raccogliere e mettere a confronto proposte tecniche, economiche e culturali finalizzate a valorizzare e riqualificare le proprie mura civiche e le aree circostanti. Inizialmente è stato preso in esame il tratto di mura compreso fra Porta al Salnitro e Porta alla Spina nella parte prospiciente la via Massetana fino alla sede del Consorzio Agrario Provinciale.

 

Lascia un Commento

Devi aver fatto il login per inviare un commento


Entra
IL NOSTRO SPOT
Categorie
GRAZIE PER LA VISITA