3 Commenti a “Magrone, si allarga il fronte dei no”

  • antoniosartori scrive:

    ieri ho concluso la lettura dei 4 documenti progettuali dell’impianto di pirolisi proposto da “Industria e Innovazione” a Colle Val d’Elsa…………Si tratta di 600 pagine che vanno lette con attenzione poichè quello per cui è stata fatta la dichiarazione di interesse per il Magrone è identico e questa affermazione si trova nei documenti stessi di “Industria e Innovazione” e lo conferma Lidia Bai in un suo articolo di aprile…………La prima domanda che ci si pone è sapere quale documentazione progettuale, oltre alla dichiarazione, è stata presentata al comune……….Per fare un semplice esempio nei documenti progettuali di Colle ci sono le planimetrie e le viste trimensionali dell’impianto,  c’è la spiegazione del ciclo di stabilimento dallo stoccaggio della materia prima  (ed è dichiarato che non è solo legname) alla produzione e stoccaggio del cippato che deve alimentare l’impianto di Pirolisi……….C’è uno studio del Polo Univesitario di Colle Val d’Elsa con la “Stima della disponibilità di biomassa forestale” di un territorio che comprende 20 comuni limitrofi………E’ indicata come scelta organizzativa quella dei punti territoriali diffusi per la raccolta del legname poichè lo stabilimento è dimensionato con una propria area di stoccaggio sufficente per soli 40 giorni di funzionamento dell’impianto…………Elementi organizzativi facili a dirsi ma di ben altra complesità organizzativa e gestionale…………….Un invito a Fiorenzo affinchè nella sua veste di capogruppo consiliare di Massacomune inoltri una richiesta formale di acesso agli atti e documenti della dichiarazione di interesse per il Magrone……………Ancor meglio se a questo punto Marcello Giuntini si decidesse a presentare e chiarire in modo pubblico ed inequivocabile cosa è stato secretato ad oggi dietro il millantato diritto alla privacy.

  • Surfer scrive:

    Caro Antonio, Giuntini non chiarirà nulla prima di aver chiesto il “permesso” a chi di dovere…

  • Roberto Ovi scrive:

    Forse mi sbaglierò, ma quando ero consigliere comunale mi ricordo di aver letto in qualche documento che Marcello Giuntini fosse favorevole alla realizzazione di impianti a biomasse, tanto da aver proposto qualche intesa in merito alla Comunità Montana “Colline Metallifere” ed ai Comuni comprensoriali, da valutare anche attraverso uno studio di fattibilità conferito, a titolo oneroso, a qualche soggetto esterno.
    Forse il neo Sindaco Marcello Giuntini può fornirci qualche informazione in merito a questa mia supposizione. D’altronte, a quanto mi dicono, lui ed i suoi collaboratori seguono molto il sito e quindi sono in grado di poterci dare qualche risposta

Lascia un Commento

Devi aver fatto il login per inviare un commento


Entra
IL NOSTRO SPOT
Categorie
GRAZIE PER LA VISITA