gufo

 

Ce l’abbiamo messa tutta.

 

Ma, stando al risultato delle Europee, non siamo riusciti nel nostro intento.

 

Ce lo meritavamo e se lo meritavano i Massetani.

 

Avremmo fatto davvero un bel lavoro.

 

Con Fiorenzo Sindaco, Massa avrebbe potuto veramente risollevare la testa.

 

Accettiamo, in ogni caso, il risultato delle urne, nella consapevolezza di esserci spesi al massimo.

 

Come promesso, martedì prossimo alle 18,30, sotto Le Logge, brinderemo con tutti gli avversari per promuovere la doverosa distensione.

 

Continueremo, comunque, il nostro ingrato compito di maggiore forza di opposizione.

 

Grazie di cuore a tutti i nostri sostenitori.

 

Un sincero in bocca al lupo ai nostri avversari, ai quali non risparmieremo nulla. 

 

 

7 Commenti a “Ce l’abbiamo messa tutta”

  • Roberto Ovi scrive:

    Gli elettori italiani da diverso tempo non danno più, come in precedenza, un voto meramente ideologico, e decidono di volta in volta, a seconda delle diverse situazioni, a chi assegnare il proprio voto.
    Forza Italia è, o è stato, un preciso esempio in tal senso, con gap di 10 – 15 punti di voti percentuali tra votazioni di natura diversa tenutesi nello stesso giorno, nelle varie aree geografiche del nostro Paese.
    Questo perchè il voto di quel partito, bene o male, era un voto a Berlusconi, il quale ha avuto il grande torto di non aver organizzato il consenso sul territorio, scegliendo persone fedeli ed evitando di coinvolgere, a mio modo di vedere in modo consapevole, persone capaci anche se magari un pò scomode.
    Lo stesso rischio che corre Renzi, che ha ottenuto un grande successo personale a dispetto dei propri avversari interni (solo di pochi giorni fa una dichiarazione ironica in tal senso di Bersani), se crede di cambiare l’Italia basandosi sulle sue promesse e sul suo fascino personale.
    A livello locale, fossi in voi, non sarei così marcatamente pessimista e, per le ragioni sopra enunciate, aspetterei lo scrutinio del pomeriggio.
    Non mi aspetto che vinciate, questo no e, nei miei vari post pubblicati sul sito, ho spiegato il perchè. Ma credo che otterrete un ottimo risultato.
    Piuttosto rifletterei seriamente sul risultato di Grillo e ne ricaverei qualche insegnamento

  • Massimo Grisanti scrive:

    All’indomani della caduta delle ideologie è rimasto unicamente il denaro e gli affari; in sostanza, il potere materiale.
    In questo stato di cose, avremo ancor più la suddivisione della società in due blocchi (pochi che hanno tanto denaro e il potere – la moltitudine che avrà poco, pochissimo o nulla e sarà asservita ai primi).
    Il primo blocco avrà tutta via bisogno di chi fa il lavoro sporco ed ecco che ancor più troveranno funzione i fiduciari (mercenari di un moderno medioevo).
    I componenti il secondo blocco non saranno nemmeno contrapposti ai primi, perché avendo paura (e qui sta il gioco del tempo, la paura) di essere privati anche di quel poco che hanno (compreso l’accesso alle cure mediche, mentre la giustizia, quella senza la G, sarà sempre più uno strumento assicurante la primaria al primo blocco) finiranno per chiudersi in sé stessi, nella nullità (già controllata com’è, la massa, dagli strumenti tecnologici) e saranno annichiliti anche nello spirito.
    Non è MATRIX 2, è la realtà in divenire!

    Ciò posto, invito a riflettere se l’opposizione serva a qualcosa (specialmente quella cosiddetta “costruttiva”, che è sì costruttiva ma per chi governa al fine di evitare che gli automi senza cervello al potere facciano errori troppo marchiani e finiscano per nuocere al burattinaio) e, quindi, se non sia meglio semplicemente presenziare e crearsi un archivio. Per poi vedere l’effetto che ha fatto tra 5 anni.

    Tanto potete scommetterci che se anche chi governa ha danneggiato i propri elettori, quest’ultimi, affetti dalla sindrome di Stoccolma, finiscono egualmente per rivotare i propri aguzzini in quanto coltiveranno ancor più il timore di essere annientati.

    E poi, vuoi mettere – come avviene per il tifoso idiota con le partite di calcio e la squadra del cuore – il gusto di aver vinto le elezioni ??
    Eh sì, caro elettore, ti viene concesso unicamente il gusto di aver vinto le elezioni, poi se i tuoi diritti saranno sempre più erosi e ti dovrai mercificare che importa … in un mondo di troie, troi, puttane e puttani !

     

  • Oscar De Paoli scrive:

    Gufo della notte scura, che porti via fame e paura.. 

    veglia su tutte le nostre genti, vecchi, bimbi e sugli armenti. 
    Col tuo canto, che può far paura, proteggi gli amici con madre natura… 
    Fate, gnomi fastidiosi folletti, non potranno più farci dispetti.”
  • Roberto Ovi scrive:

    Sembra che abbia prevalso Giuntini. Allora complimenti ed in bocca al lupo al nuovo Sindaco, sperando che si dimostri più riformista di quanto al momento appaia, perlomeno a mio modesto parere.
    Complimenti anche alla lista Forza Italia/PRI/UDC.
    Peccato perchè a Castelnuovo Val di Cecina e Pomarance si sono confermate, stravincendo, le due liste civiche di maggioranza, mentre a Volterra, con 10 sezioni scrutinate su 14, è in vantaggio di 250 voti il vostro amico Marco Buselli, sindaco uscente per la locale lista civica, sul candidato del centro sinistra Paolo Paterni.

  • antoniosartori scrive:

    Il primo commento uscito spontaneo dalla lettura dei risultati delle elezioni europee è stato “è tornata la DC”…………Dalla analisi dei risultati del seggio di Prata incrociato con i risultati delle precedenti elezioni, dalla struttura demografica del paese, dei risultati delle comunali  escono indicazioni utili e la necessità di mettersi a tavolino per fare una attenta analisi seggio per seggio, capire e valutare i risultati elettorali e decidere il “che fare” successivo……La Sindrome di Stoccolma evocata sopra in tanti casi non è una ipotesi azzardata anzi per tanti corrisponde al vero.

  • Roberto Ovi scrive:

    Io credo che la DC sia nata in un certo momento storico svolgendo, in modo non sempre corretto, le funzioni di maggioranza, prima assoluta e poi relativa, che le erano state conferite dagli elettori.
    Il tempo e le circostanze storiche che ne hanno fatto un asse portante, insieme ad altri partiti storici, anche di opposizione, con tutti i meriti ed errori del caso, è passato e non può più tornare.
    Oggi le sfide che aspettano l’Italia sono rilevanti e, come ben spiegato ieri sera a Report, sono ben note ai nostri politici, che però sono talmente inetti da doversele far ricordare dalla BCE:
    http://www.ilsole24ore.com/art/notizie/2011-09-29/testo-lettera-governo-italiano-091227.shtml?uuid=Aad8ZT8D
    http://www.ilsole24ore.com/art/notizie/2011-09-29/testo-lettera-governo-italiano-091227.shtml?uuid=Aad8ZT8D&p=2
    Per il resto, a livello locale, che ci interessa di più, concordo con il commento di Sartori, di cui al link sottostante:
    http://www.massacomune.it/2014/05/26/i-risultati-definitivi/#comment-2974
    Non disperdete l’entusiasmo suscitato negli elettori: organizzatevi, magari costituendo una sorta di governo “ombra” di opposizione, continuate i rapporti con cittadini, associazioni, frazioni, categorie produttive, operatori dei servizi socio sanitari e formulate proposte alternative a quelle della maggioranza.
    Non c’è modo migliore di evidenziare l’eventuale inadeguatezza degli avversari che quello di sfidarli concretamente sulle cose da fare.
    Di nuovo complimenti a tutti

  • f.bonuccelli scrive:

    Lascerei perdere la sindr. di Stoccolma- cosa troppo seria per essere  evocata qui- ma per il resto sonod’ accordo, non a caso% del 40%erano proprie della DC   di Fanfani. Per Valpiana, all’ incontro si è parlato poco dei reali problemi di VALPIANA, E PIU’ DA PARTE DEL PUBBLICO CHE DELLA LISTA. se poi la gente non vota, forse si può anche capire.

Lascia un Commento

Devi aver fatto il login per inviare un commento


Entra
IL NOSTRO SPOT
Categorie
GRAZIE PER LA VISITA