Un Commento a “Le ricette dei 3 candidati”

  • Roberto Ovi scrive:

    Anche se sono convinto che guardarsi indietro non serva a molto, analizzare gli impegni che la sinistra aveva preso nei propri programmi elettorali a favore delle attività produttive, può aiutare a comprendere perchè si è perso molto tempo e perchè non può essergli concessa una nuova opportunità per guidare ancora il nostro Comune.
    Nel programma del 1995 Luca Sani e la sua coalizione “Massa Democratica” intendeva stimolare la crescita e l’innovazione dell’impresa turistrica e dei servizi ad essa collegati, anche attraverso il potenziamento della società AMATUR, qualificare la Fiera di Ghirlanda, predisporre nuovi insediamenti industriali ed artigianali in Valpiana e Ghirlanda mentre, per quanto riguarda il commercio, si specificava che l’amministrazione avrebbe prestato particolare attenzione alla risoluzione di alcuni problemi legati all’organizzazione del traffico, alla disponibilità dei parcheggi e agli orari di apertura degli esercizi.
    Giudichino gli addetti ai lavori se questo sopra, dopo quasi 20 anni, è stato realizzato. Per quanto riguarda la disponibilità dei parcheggi, se non ricordo male, era stato assunto in merito un mutuo che però, con la deliberazione di Consiglio Comunale n.10 del 27 Marzo 1999, fu poi devoluto, con l’assenso della Cassa DD.PP., alla realizzazione del progetto di riqualificazione funzionale delle aree di sosta ed accesso al centro storico dell’area Ex Molendi, con il voto della maggioranza di centro sinistra e del PRI.
    E’ evidente, a mio modesto modo di vedere, che solo Fiorenzo Borelli e Massa Comune hanno le carte in regola per poter cambiare le cose

Lascia un Commento

Devi aver fatto il login per inviare un commento


Entra
IL NOSTRO SPOT
Categorie
GRAZIE PER LA VISITA