°

°

°

strumentalizza

°

Ho letto con attenzione l’invito rivoltomi su FB a prendere le distanze da alcuni rappresentanti della mia lista; il plurale è stato usato per non chiamare per nome una persona.

°
Vorrei chiarire che prendo volentieri le distanze da tutto ciò che non condivido, ma non mi presto a strumentalizzazioni di tipo elettorale.

°
Discuto volentieri di tutto e con tutti e volentieri discuterei con Lei che ritengo una persona intelligente purchè con la voglia di farlo in maniera obiettiva.

°
Voglio però precisare, sin da subito, che in quell’articolo incriminato non si fa riferimento ai professionisti in generale ma solo a quanti si prestano a giochi partitici ben precisi (lo stesso dicasi per le imprese) né si vogliono chiamare in causa i dipendenti del Comune.

°
Ho lavorato dentro enti pubblici e so bene come funziona il giochino.

°
In un articolo di un paio di settimane fa evidenziai qualche lavoro pubblico in cui sono stati dati incarichi esterni in maniera assolutamente ingiustificata con spreco di denaro pubblico e mi limitai a dire questo.

°
Avrei potuto scrivere tranquillamente che era stato inventato un incarico a favore di un professionista con cui proprio Lei, Segretario del PD di Massa Marittima, collabora quotidianamente ma non mi sono permesso di strumentalizzare l’episodio perché ho uno stile molto diverso da qualcuno del suo partito, Sindaco uscente in testa.


Ad ogni buon conto, sono disponibile a discutere e rispondere in qualunque momento di tutto, comprese le  opinioni dei miei collaboratori.

°

 

5 Commenti a “Caro Ing. Boccuni”

  • paracelso scrive:

    Non entro nel merito della discussione, ma si evidenzia la signorilità dell’ing. Borelli ogni qualvolta  esprime le proprie opinioni. Come Candidato Sindaco tiene una marcia in più nei confronti del Giuntini, sarebbe la persona giusta per risollevare le sorti della nostra cittadina che se amministrata con le vecchie logiche  fino ad oggi evidenti a tutti, non avrà nessuna speranza e nessun futuro .Il problema del PD di Massa Marittima che non è’ stato capace di cambiare la classe dirigente del partito,  ha inserito al proprio interno dei giovani che si fanno comandare  dai soliti noti  personaggi che da oltre 30 anni  tengono in mano il bastone del potere, queste persone  dovrebbero dedicarsi al sociale e lasciare  liberi i ns. giovani di scegliere quale strada poter prendere  e non stare dietro le quinte per imporre i propri figli , nipoti,cugini e amici di famiglia come se Massa Marittima gli appartenesse ,  TUTTO CIÒ È NEGATIVO.

  • manfredi scrive:

    Apri il sito e leggi questo post; quindi apri FB e vai sul profilo dell’ Ing. Boccuni. Leggi una conversazione tra il segretario e un ,a quanto pare , militante o comunque votante delle primarie PD. A domande molto precise si ripsonde in politichese, cioè:, non sono stati nominati gli assessori perchè decide Marcello (siamo sicuri?); non si fanno confronti pubblici tra i candidati perchè c’è poco tempo e l’agenda è piena,ma poi questa è la chicca:”mi confronto volentieri con te perche’ al di la’ delle molte critiche, anche costruttive sei un elettore delle primarie che ha sottoscritto una carta di intenti che approvava la coalizione a prescindere dall’esito delle primarie stesse. un impegno che una persona che ha la tua coerenza so che non ha preso alla leggera.”Da quanto si evince il Pd parla solo con se stesso, con i propri iscritti e votanti alle primarie; in sintesi fa una campagna elettorale in casa propria.. da cio’ che mi risulta si è sempre evitato il confronto : con i consigli di frazione, tenuti sul territorio per parare le critiche con l’amministrazione comunale; con i vari comitati e laboratori di cittadini, con i cittadini stessi (una cosa che non ho mai digerito è l’appuntamento col sindaco da fissare). Sanno solo dire che gli altri hanno toni diffamatori..bla bla bla.. ma che scendano nell’essenza dei problermi e la smettano di fare le ZITTELLE… Hanno semplicemente paura delle loro responsabilità, del dover difendere atti che gravano e graveranno  su Massa per decenni… Ma prima o poi bisogna crescere, uscire allo scoperto, guardarsi negli occhi e buttare a mare una politica che i cittadini non sopportano più…altrimenti..sindrome di PETER PAN….

  • manfredi scrive:

    per chiarire:La sindrome di Peter Pan è quella situazione psicologica in cui si trova una persona che si rifiuta o è incapace di crescere, diventare adulta e di assumersi delle responsabilità. La sindrome è una condizione psicologica patologica in cui un soggetto rifiuta di operare nel mondo “degli adulti” in quanto lo ritiene ostile e si rifugia in comportamenti ed in regole comportamentali tipiche della fanciullezza.

  • Roberto Ovi scrive:

    Lo stile del PD e della Bai. Mah, sarà

  • Ex Tesserato PD scrive:

    scusate ma non sono stato capace di pubblicare la mia lettera se non in questo modo ma leggetela attentamente e ve la inviero’ per posta si intitola ‘parlano di noi ma farebbero meglio prima a parlare di se stessi’ grazie del vostro sito                                                                                                                       https://imageshack.com/i/n6wgoboj                                                                                                                              https://imageshack.com/i/n690e3j

Lascia un Commento

Devi aver fatto il login per inviare un commento


Entra
IL NOSTRO SPOT
Categorie
GRAZIE PER LA VISITA