°

°

°

Tratto da “Il Tirreno” del 29.04.2014

°

Massa Comune si presenta «Ecco i nomi della giunta»

°

Il movimento, che si dice “estraneo alla logica dei partiti e delle poltrone”, anticipa quale sarà il governo in caso di vittoria alle amministrative

°

°

MASSA MARITTIMA – Massa Comune ha deciso di uscire dai soliti schemi e fare non uno ma dieci passi avanti rispetto ai tempi tradizionali. E così, mentre le altre forze politiche non solo di Massa Marittima ma di tutto il territorio presentano le proprie liste con i nomi dei candidati per il consiglio comunale, il movimento civico presenta addirittura la giunta. «Massa Comune intende far conoscere agli elettori da chi saranno amministrati, senza riservare loro sorprese dopo le consultazioni» dicono dalla civica, che sabato pomeriggio durante la sfilata dei candidati al consiglio ha fatto nomi e deleghe del suo governo cittadino in caso di vittoria. «La giunta di Borelli, come mai era successo nella storia del Comune metallifero, si comporrebbe di sole persone laureate, tutte specializzatesi nel campo specifico che andrebbero a dirigere». Il candidato sindaco Fiorenzo Borelli terrà per sé affari generali, finanze e personale. A fargli da vice sarà l’attuale consigliere d’opposizione Francesco Mazzei, a cui faranno riferimento anche attività produttive, agricoltura, ambiente e sport. A Luciana Chelini, già medico all’ospedale Sant’Andrea, andranno le deleghe a sanità, politiche sociali e pari opportunità, mentre a Lucia Meucci, insegnante, cultura e turismo. Infine, urbanistica, lavori pubblici, patrimonio e Protezione civile faranno capo a uno dei guru della civica, Gabriele Galeotti. «Massa Comune ricorda di essere sganciata dal sistema partitico e che, pertanto, non deve sottostare ad alcuna spartizione di poltrone. I nostri candidati consiglieri ben rappresentano un po’ tutte le categorie sociali e professionali», tra architetti, operai, studenti, imprenditori e liberi professionisti. Insomma, il movimento ha presentato in toto la sua proposta di amministrazione, dal consiglio fino alla giunta. Una buona occasione, questa novità, anche per tornare ad attaccare il governo uscente. «Ricordiamo che dei sei assessori dell’ultima giunta Bai, solo due erano consiglieri comunali e, pertanto, eletti; gli altri quattro erano stati nominati direttamente dal Sindaco senza aver guadagnato alcuna preferenza». Soddisfatto del progetto il candidato a primo cittadino Borelli. «È stato un lavoro lungo e difficile ma sono particolarmente soddisfatto della squadra, ci eravamo dati degli obiettivi e soprattutto avevamo indicato a programma i settori di interesse e lì abbiamo piazzato pezzi da novanta». E convinti della propria proposta, nelle stanze di Massa Comune si cerca di intensificare il lavoro in vista del rush finale. «L’interesse verso la nostra lista sta decollando: si respira aria di successo e coloro che ci hanno creduto saranno gratificati. A tutti dico “non abbassiamo la guardia” e tiriamo dritto verso il traguardo, abbiamo fatto scelte giuste».

°

°

Lascia un Commento

Devi aver fatto il login per inviare un commento


Entra
IL NOSTRO SPOT
Categorie
GRAZIE PER LA VISITA