°

°

LA NAZIONE

24 aprile 2014
°

°

SPRECHIANCHE per la lista civica «Massa Comune» il momento di rendere ufficialmente nota all’elettorato di Massa Marittima la composizione della propria lista e contemporaneamente quella che sarà la squadra degli assessori scelti dal candidato sindaco Fiorenzo Borelli in caso di successo. Appuntamento per la duplice presentazione sabato pomeriggio alle 17,30 presso i locali dell’ex Bar Michelangelo di Corso della Libertà. Frattanto lo stesso Borelli ha tracciato le linee guida del programma su cui «Massa Comune» intende lavorare.

°

PROGRAMMA che, a giudizio di Borelli, si «fonda su alcuni temi di particolare rilevanza» sottolineando che «ovviamente non tutto potrà essere realizzato nello stesso tempo, ma con il contributo di chiunque voglia saranno individuate le priorità nel tentativo di intervenire nei modi più appropriati allo scopo di risollevare le sorti di Massa Marittima e delle sue frazioni migliorando la qualità della vita».


Borelli, quali sono i punti principali contenuti nel programma che state per presentare?
«Partecipazione e trasparenza, razionalizzazione della spesa pubblica, potenziamento delle attività socio-sanitarie, tutela dell’ambiente e del territorio, riqualificazione dei centri storici, valorizzazione di arte e cultura».


Per quanto riguarda la ripresa economica cosa avete in programma?
«Sarà questo un tema delicato sul quale stiamo puntando fin dall’inizio della nostra discesa in campo. Si va dal sostegno alle attività produttive alla promozione del turismo, dalla promozione dell’agricoltura all’incentivazione dell’uso delle energie rinnovabili, dalla valorizzazione del Balestro del Girifalco al sostegno allo sport e all’associativismo».


In sintesi un programma ben calibrato su punti posssibili da attuare.
«E’ nostra intenzione puntare ad eliminare gli sprechi di denaro pubblico che da anni caratterizzano l’operato delle amministrazioni di sinistra che si sono succedute alla guida del Comune, tagliando le collaborazioni esterne. Non è vero che i soldi non ci sono, ma per cambiare faccia all’intero territorio comunale, è necessario spendere con oculatezza risparmiando laddove finora si sono verificate situazioni che, tanto per dirne qualcuna, hanno portato al pagamento di cifre esorbitanti sia per le collaborazioni con tecnici esterni, sia per affrontare le vertenze legali quasi tutte culminate con la condanna del Comune stesso».

Un Commento a “Basta con gli sprechi”

  • Roberto Ovi scrive:

    Grande Fiorenzo.
    Tagliare incarichi e collaborazioni esterne, spesso non necessarie e di elevato importo, si può e si deve. Ma purtroppo nessuno se ne interessa.
    Nella legislatura 2004 – 2009 io e Cappelloni conducemmo una durissima battaglia, purtroppo non coronata da successo.
    Non ci dette ascolto non solo la maggioranza consiliare, come era prevedibile, ma anche il resto dell’opposizione, con un comportamento che mi appariva francamente inspiegabile.
    POI UN AMICO PARLAMENTARE DELLA LEGA NORD MI HA FATTO PERVENIRE UN’INTERROGAZIONE PARLAMENTARE RISALENTE AL 1996.
    ALLORA HO CAPITO TUTTO.

Lascia un Commento

Devi aver fatto il login per inviare un commento


Entra
IL NOSTRO SPOT
Categorie
GRAZIE PER LA VISITA