Fonte: LA NAZIONE

12 novembre 2013

 

Rubrica: Altro

SOLIDARIETÀ L’DEA DI DUE MASSETANI È DIVENTATA UNA BELLA REALTÀ IN ETIOPIA Quel 5 per mille aiuta il progetto Alicat Il contributo sta arrivando nelle casse dell’associazione

 

di GIANFRANCO BENI

LA SOLIDARIETÀ non ha limiti. E’ questo il decimo anno di vita del Progetto Alicat che per la prima volta quest’anno si appresta a ricevere l’ammontare del 5 per mille a conferma della generosità con cui tante persone di Massa, Follonica, Piombino e dintorni continuano ad aiutare due giovani massetani, Fabio Barbieri e Mirko Lastretto, nel proseguire il progetto Alicat, da loro fondato per dare ospitalità attualmente ad una trentina di bambini dai 7 ai 15 anni orfani nel centro di Addis Abeba. Più che legittima perciò la soddisfazione con cui i due analizzano il risultato finora centrato nella lontana terra africana dove per altro sono in avanzata fase di costruzione i locali della nuova sede, che necessiteranno comunque di altre donazioni ni per l’acquisizione di una vasta porzione di terreno circostante destinato a i bambini etiopi. Una molla, quella del volontariato, che è improvvisamente scattata nella mente di Barbieri riuscito poi ad infonderla anche in quella di Lastretto. Ma da dove è nata l’idea di andare nella lontana Addis Abeba, abbiamo chiesto a Barbieri. «Da molti anni ormai sono impegnato nel volontariato, anche se la prima concreta esperienza la feci operando alla Casa Madre Teresa di Calcutta per bambini andicappati. In quell’occasione pensai di realizzare qualcosa di utile da destinare ai ragazzi più poveri e emarginati di Addis Abeba offrendo loro un tetto sicuro e un pasto certo». Sicuramente in questi anni di strada ne è stata fatta molta, altrettanto resta da fare, ma con il generoso aiuto di chi crede in questa missione nulla è precluso. Intanto i primi ragazzi raccolti nella struttura allestita dai due giovani massetani sono sul punto di raggiungere la maggiore età. Anzi qualcuno l’ha già superata e dopo aver ottenuto un titolo di studio oppure aver appreso le fondamenta di un lavoro, si appresta a lasciare la casa che li ha accolti togliendoli dalla strada. Pronti ne entreranno altri, grazie alla generosità e alla determinazione di Fabio e Mirko che adesso vogliono ringraziare tutti quanti li stanno aiutando in qualunque modo, invitandoli il giorno dell’inaugurazione della nuova grande casa madre laddove fino a qualche anno addietro c’era solo miseria e desolazione.

Lascia un Commento

Devi aver fatto il login per inviare un commento


Entra
IL NOSTRO SPOT
Categorie
GRAZIE PER LA VISITA