Orizzonte risponde a Michelini sul debito Pizzarotti

 

 

Nei giorni scorsi ho avuto il piacere di leggere la nota pubblicata sul sito istituzionale dall’Assessore Michelini, in risposta alla nota che potete leggere qui.

 

Vorrei ringraziarLo pubblicamente per aver voluto rompere il silenzio mantenuto dalla Maggioranza  nonostante le ultime scottanti tematiche sollevate dalla civica, come l’imponente ribasso del prezzo a base d’asta dei terreni di Via della Repubblica (di cui potete leggere qui) e le modalità con cui si realizzerà l’Area industriale in Loc. Magrone (di cui potete leggere qui), sulle quali attendiamo ancora una timida risposta.

 

Sono quindi obbligato a controbattere alle sue affermazioni.

 

Lei esordisce ricapitolando i versamenti fin’ora effettuati alla società Pizzarotti e celebrando il pagamento della prima rata prevista per il 2012.

 

Ebbene, ho estrema difficoltà a comprendere in quale punto delle nota precedentemente indicata avrei messo in discussione il pagamento della prima rata del debito, visto che la stessa non viene mai citata.

 

Le possibilità sono due: o non sono stato sufficientemente chiaro, ed in tal caso mi scuso, oppure Lei ha “Risposto picche quando il seme era cuori”, ma ciò non mi stupirebbe, dato che ho visto applicare alla Maggioranza questa meravigliosa tecnica, ogni qual volta abbiamo sollevato una spinosa questione.

Disorientare i Cittadini non permettendogli di poter confrontare opinioni e giudizi su un determinato argomento, è un ottimo metodo per non avere né torto, né ragione, ma non credo che questa sia la qualità di democrazia che ci meritiamo…

 

Forse la mia capacità espressiva non è delle migliori, ma mi pare ovvio che il mio intervento non si riferisse ai pagamenti già effettuati (tant’è vero che nella nota si utilizza un tempo futuro e non passato), ma a quelli ancora da effettuare e di conseguenza da finanziare.

 

Visto che probabilmente non ho una spiccata proprietà di linguaggio (ma molte testate giornalistiche hanno ben compreso il messaggio, perciò rimango perplesso) provo a farLe comprendere nuovamente qual è la vera materia del contendere, ovvero le contraddizioni esistenti tra le risultanze di bilancio fino ad oggi a noi note e le Sue affermazioni circa le modalità di finanziamento del debito residuo con la società realizzatrice del Carcere.

 

Lei afferma che il debito sarà quasi interamente finanziato con le entrate derivanti dagli oneri di urbanizzazione e che gli introiti derivanti dalla vendita dei terreni in Via della Repubblica, non finiranno nelle casse della società Pizzarotti.

 

Io affermo che ciò non sia possibile, sia su base documentale, che oggettiva.

 

Elenco a Lei e a tutti i Cittadini, le motivazioni:

 

  • Che con l’approvazione del bilancio 2012, si è determinato di destinare tutte le entrate del titolo IV (compresi oneri di urbanizzazione e alienazioni di patrimonio) al finanziamento della rata del debito fuori bilancio nei confronti dell’Impresa Pizzarotti(cfr. pag 22 del Parere dell’Organo di Revisione, che potete trovare qui.
  • Che né in sede di approvazione della variazione di bilancio n°1 e n°2 (che trovate rispettivamente qui e qui), né in sede di verifica degli equilibri di bilancio (che trovate qui), tale indirizzo è stato modificato e pertanto è pienamente efficace e vincolante.
  • Che gli introiti previsti a titolo di Oneri di Urbanizzazione per il 2012 sono pari a 285.500,00€ [Cfr. la voce Permessi a costruire (ex OO.UU) destinati a spese in conto capitale presente a pag 42 della Relazione Tecnica 2012, e la voce Permessi a costruire (ex OO.UU.) delle entrate in conto capitale destinati a spese correnti, a pag 16], e che pertanto, anche aggiungendo agli stessi sia il valore delle alienazioni patrimoniali già concluse (12.015,46 €) , che l’avanzo di amministrazione 2011 (5.704,98€), il totale ottenuto è insufficiente a coprire i € 459.463,68 da versare all’azienda entro l’anno.
  • Che, come da Lei sostenuto, gli introiti a titolo di OO.UU realizzati fino ad oggi sono pari a € 154.095,03 e che pertanto anche se si concretizzasse l’originaria previsione di bilancio, i 131.404,97 € ancora da incassare non riuscirebbero a coprire la residua seconda rata, pari a € 229.731,84, che tra l’altro è già scaduta

 

Pertanto, o Lei è certo di introitare Oneri per un valore molto superiore a quanto dichiarato in sede di approvazione del Bilancio (ed in tal caso sarebbe auspicabile che ce lo facesse presente) oppure è obbligato ad attingere agli eventuali fondi che si renderanno disponibili con la vendita dei terreni di via delle Repubblica, dato che ad oggi, nessun altro bando per liquidare i beni inseriti nel piano delle alienazioni, è stato pubblicato.

 

Ma forse sono solo disattento o male informato, poiché come Lei asserisce, Orizzonte <<è mancato ad alcune riunioni delle commissioni consiliari dove si parlava dell’argomento>> o <<non si è sufficientemente informato sulle sempre trasparenti attività dei Servizi Finanziari>>.

 

Spettabile Assessore, le dirò di più:  oltre ad essere disinformato, Orizzonte non è forse mancato alle commissioni in cui si discuteva le variazioni di bilancio, è proprio mancato!!

 

E lo ha fatto in piena scienza e coscienza, nonché per chiara scelta politica che, con l’occasione, sottopone al giudizio diretto degli Elettori.

 

Come più volte ribadito in sede consiliare ed il motivo è chiaro e semplice:  è inutile fare commissioni a pochi giorni (ed in talune occasioni anche alcune ore) prima della discussione consiliare, perché si riduce il tutto ad un semplice pro-forma, che ha il solo scopo di stendere le lodi sul lavoro effettuato dalla Giunta, e che non apporta alcun miglioramento alle proposte messe in discussione, dato che le stesse sono già state formalizzate per la deliberazione e pertanto risultano essere “blindate”, in quanto vincolate dai pareri di regolarità tecnica.

 

Di conseguenza, ritenendo che non ha senso discutere su qualcosa che non è negoziabile e sul quale non può esserci un confronto, ho disertato la seduta, nonostante fino a quel momento abbia sempre partecipato alle commissioni con spirito di servizio e con senso di responsabilità.

 

Ma visto che la linea non è chiara, annuncio a nome di tutto il gruppo consiliare Massa Comune, che i suoi componenti non parteciperanno più ad alcuna commissione finché esse si limiteranno ad un puro esercizio di stile e comunque fintanto che non saranno discusse le nostre proposte di modifica del Titolo III del Regolamento per il funzionamento del C.C e delle Commissioni Consiliari, non ancora trattata nonostante quanto deciso nella seduta del 26 Aprile 2012.

 

Tali modifiche si rendono necessarie per rendere questi importanti organi a supporto dell’Assise Consiliare, il vero teatro di concertazione e confronto, per migliorare le decisioni prese nell’interesse dei Cittadini e  per evitare che posizioni potenzialmente convergenti si dissipino solo perché la minoranza è costretta ad accettare prodotti pre-confezionati.

 

Concludo gentile Assessore, facendoLe presente che la questione sollevata non è una sterile strumentalizzazione per anteporre il proprio interesse politico al bene comune (come Lei stessa l’ha definita), ma un problema concreto e tangibile che avrà ripercussioni su tutta la collettività, poiché se le ipotesi che in mente non si concretizzeranno, oltre a non saldare il debito (con tutte le possibili ripercussioni legali), probabilmente non riusciremo né a raggiungere gli obiettivi del patto di stabilità (con il risultato di ottenere un’ulteriore taglio ai trasferimenti pari AL 3% DELLE ENTRATE CORRENTI – OVVERO  275.300,19€ – dato che le entrate previste sono 9.176.673,00€), né a realizzare alcun tipo di opera pubblica.

 

Chiedere ai Massetani di riflettere su questo è non <<essere consapevole della misura,  della sobrietà, della disciplina e dell’onore che comporta>>, come Lei stesso mi ha rinfacciato?

 

Mi dispiace, ma non siamo proprio sulla stessa lunghezza d’onda..

 

 

 

 

 

3 Commenti a “Orizzonte risponde a Michelini sul debito Pizzarotti”

Lascia un Commento

Devi aver fatto il login per inviare un commento


Entra
IL NOSTRO SPOT
Categorie
GRAZIE PER LA VISITA