Lista Civica Massa Comune - Il Movimento Civico per Massa Marittima e i Massetani

AREA MOLENDI - PER L'INADEMPIMENTO DELLA CONVENZIONE E PER AVER TENUTO UN COMPORTAMENTO CONTRARIO AGLI OBBLIGHI DI LEGGE, IL COMUNE STA PAGANDO 1.930.000 EURO - ALTRI 500.000 EURO (circa) SONO LE SPESE LEGALI E TECNICHE - MASSA COMUNE STA FACENDO TUTTO IL POSSIBILE AFFINCHE' A PAGARE SIANO I RESPONSABILI DIRETTI E NON LA COLLETTIVITA'

 

SSSscendiletto-03

 

Con la creazione di una fantomatica “consulta”, ora i Repubblicani si scoprono addirittura “civici”. Proprio loro che questa parola manco la volevano sentir dire. Proprio loro che hanno stretto un PATTO POLITICO col Giuntini per accaparrasi qualche poltrona e qualche briciola di potere… Proprio loro che hanno sempre snobbato l’UNICA VERA FORMAZIONE CIVICA CHE SIA MAI ESISTITA A MASSA. Proprio loro che di ”Massa Comune” hanno sempre avuto una paura folle perché trasparente, incorruttibile e senza secondi fini. Siamo all’apologia dell’ipocrisia. I Repubblicani cercano disperatamente visibilità laddove hanno perso in dignità e credibilità. Verosimilmente, presto costituiranno un Gruppo Consiliare autonomo (pur rimanendo dalla parte della Maggioranza). Cercheranno di tenere il Giuntini sotto scacco ma finiranno per essergli lo scendiletto…

Prima il

PRIMA LE

 

Nelle otto sezioni di Massa, il Giuntini ha perso.

La sua città, dunque, non lo avrebbe voluto come sindaco.

È ancora lì per Prata e Niccioleta che, peraltro, ha vergognosamente trascurato.

E per Valpiana che spero lo metta alla prova una volta per tutte e capisca chi è veramente.

Con la situazione in cui ci troviamo e con tutte le responsabilità che gravano anche sulle sue spalle, io mi vergognerei.

Tra lui e Fiorenzo c’è un ABISSO incolmabile.

Comunque sia, gli auguro un buon lavoro.

altoclicka per ingrandire

 

locandina_VISITA2

confronti

PROGRAMMA AMMINISTRATIVO
2019-2024

 

INTRODUZIONE

Il Movimento Civico MASSA COMUNE, associazione senza fine di lucro formalmente costituita, torna a presentare una propria Lista di Candidati alle consultazioni amministrative del 2019 per l’elezione del Sindaco e del Consiglio Comunale di Massa Marittima.

Dopo il brillante risultato ottenuto nel 2009 [1412 voti pari al 26,2% delle preferenze] e nel 2014 [1758 voti pari al 37,5% delle preferenze] e il lavoro incessante svolto dai banchi di opposizione, ritiene doveroso dar seguito al proprio impegno proponendosi per amministrare la nostra Cittadina, le sue Frazioni e il territorio comunale tutto, nell’unico e supremo interesse della Collettività.

Quella di MASSA COMUNE è una “vera” Lista Civica nata per promuovere la “buona amministrazione” e si propone unicamente per dare risposte concrete alle problematiche del territorio.

E’ stata e continuerà ad essere uno strumento a disposizione dei Cittadini, aperta ad ogni contributo e trasparente in ogni sua espressione.

 

GLI OBBIETTIVI

Il PROGRAMMA della Lista Civica Massa Comune è, al tempo stesso, semplice e ambizioso.

Il suo contenuto può essere sintetizzato con questa frase: “Le sorti della nostra Cittadina e del nostro Territorio, incomparabili nella loro bellezza, debbono essere necessariamente risollevate e senza perseguire interessi personali, con umiltà, amore, competenza e spirito di servizio”.

Tale PROGRAMMA è solo il primo atto di un processo di partecipazione e condivisione che è, e sarà sempre, alla base di ogni scelta.

Leggi il resto di questo articolo »

TV9

 

locandina_massa

 

Chi segue le vicende politiche locali ben conosce MASSA COMUNE e ben sa quanto impegno abbia profuso nel difficile ruolo di Forza di Opposizione, quante battaglie abbia combattuto e quanto “fastidio” abbia dato a taluni.

Per lo meno negli ultimi 20 anni, infatti, la politica di partito ha mosso unicamente alla ricerca del proprio profitto e di quello dei suoi esponenti, quandanche in danno del supremo interesse collettivo (lo stesso che avrebbe dovuto tutelare).

Così facendo, ha ferito la nostra Cittadina: l’ha spremuta come un limone e le ha tolto il prestigio conquistatasi nei secoli.

Massa di Maremma [Marittima perché nella “Maritima Regio” dei Romani], già Libero Comune dal 1225 al 1335, Zecca autonoma dal 1317 al 1319, tra le realtà tardomedievali toscane più importanti (conFirenze, Siena, Arezzo, Pisa, Lucca, Prato, Pistoia, Volterra, Chiusi), sta pagando amaramente tutto questo: sta pagando, oggi, tutto il male che la politica di partito e i suoi cavalieri senza cavallo non hanno esitato a farle per arricchirsi in denaro e potere.

MASSA COMUNE è una Lista Civica “vera” e non un’emanazione della politica di partito al servizio della stessa; men che mai è stata, è o sarà mai al servizio di qualcosa o qualcuno.

I suoi attivisti sono persone intellettualmente indipendenti che – in nome di Libertà e Giustizia – muovono al solo fine di contribuire a risollevare le sorti di Massa, tutelandone e promuovendone la Storia, la Cultura e l’immenso Patrimonio Artistico che custodisce.

Pur con storie personali e idee politiche non di rado diverse, sono uniti fortemente dal credere nei più nobili degli ideali e da un affetto profondo per Massa e il suo Territorio.

MASSA COMUNE deplora il malaffare, il clientelismo e ogni forma di ingiustizia o iniquità sociale; detesta l’arroganza, la menzogna e il perseguimento di profitti personali e/o di parte quando in danno altrui o nel dispregio dell’interesse pubblico.

Sostiene, per contro, qualsiasi attività che contribuisca a rafforzare il Bene Collettivo; promuove la Solidarietà, il Merito, la Trasparenza e la Partecipazione.

manifesto candidaticlicka per ingrandire

 

E’ sotto gli occhi e nelle orecchie di tutti  che in questi ultimi quattro mesi antecedenti le elezioni si fanno tutte quelle operazioni di restyling al capoluogo ed alle frazioni (non tutte) , si promettono soldi in arrivo da ogni parte, si inaugura anche ciò che è già stato inaugurato.

Tutte queste operazioni si erano verificate puntualmente quattro mesi prima delle elezioni del 2014.

Ma se il problema si risolve avvicinandosi alle elezioni, la soluzione è semplice : votiamo ogni sei mesi.

Quanto sopra può far sorridere ma in realtà è di una tristezza unica: significa considerare i cittadini una comunità di scemi cui basta dare un pò di cipria al paese due mesi prima delle elezioni e chiedere subito un voto mai meritato.

Pian piano i cittadini capiranno.

 

Si è conclusa la telenovela degli accordi del PRI con un esito probabilmente da tempo annunciato.

Nulla da eccepire sulle scelte che rispetto sempre e comunque , un pò meno convinto sull’iter scelto.

Purtroppo è l’ennesimo esempio di come ci si muove in politica dove si finge di fare gli interessi dei cittadini e poi si mira a dividersi i posti per continuare a farsi conoscere e ad esistere .

In  certe trattative, qualcuno osserva e critica punti di programma inaccettabili e irrealizzabili ed altri fanno finta di condividerli pur di avere sostegno convinti che una volta vinto le elezioni farà come suo costume quello che vuole alla barba degli accordi preelettorali.

Qualcuno chiede supporto basato non sui numeri ma sulla qualità delle persone e qualcuno prende a scatola chiusa pur di accaparrarsi una manciata di voti.

Questa è la politica e questi sono i giochini che la caratterizzano.

Di fronte a queste vicende, sono orgoglioso di non essere un politico e credo fermamente che la gente capirà e saprà essere decisa  nel voler cambiare.

 

LOCANDINA ASSEMBLEA AAA

 

Nei giorni scorsi è stato pubblicato dal nostro poco amato Sindaco un articolo in cui si diceva che il flusso turistico nel 2018 a Massa Marittima aveva avuto un incremento del 13%.

La reazione degli addetti ai lavori e commercianti si era divisa tra chi era caduto nello scoramento più totale di fronte all’assoluta inattendibilità del dato e chi aveva pensato ad un anticipo dei pesci del 1° Aprile .

Il nostro gruppo non è saltato subito sulla notizia pur avendo la chiara sensazione di una bufala ma è andato a controllare i dati da fonti ufficiali giusto per informare correttamente i cittadini.

 

Dai dati avuti dalla Provincia, ne scaturiscono i seguenti numeri:

arrivi 2017  20.517            arrivi 2018   21.045       +2,5%

presenze 2017   65.955   presenze 2018    92.400

soggiorno medio 2017    3.21          soggiorno medio  2018     4,39

 

Il tutto però è derivato da due episodi una tantum: a Maggio “Netflix” e a Febbraio una gara di mountain bike.  

Nei mesi di aprile, giugno, luglio e agosto, il flusso ha invece subito una flessione.

Inoltre c’è un dato assolutamente non trascurabile: a giugno 2017 è entrato in vigore il D.L. 50/2017 in cui vengono obbligati anche gli affittuari di appartamenti a registirare presenze e a pagare la tassa di soggiorno e quindi nel 2018 si saranno messi in regola tutta una serie di appartamenti affittati e quindi nonostante questo dato il 2018 ha registrato nella maggior parte dei mesi un dato in flessione.

Ovviamente le sopra citate considerazioni ci testimoniano purtroppo un peggioramento dell’andamento del turismo che non può che rattristarci ma ci meraviglia e ci sconcerta che chi al timone di questo paese , anzichè allarmarsi e prendere provvedimenti, cerca di barare sui dati verso i cittadini non a conoscenza.

 

Quando gli amici di Massa Comune mi hanno proposto la ricandidatura alle prossime elezioni comunali, ho avuto mille pensieri; l’importanza dell’impegno, la mia età non più verdissima, il taglio di tanti hobbies che mi aiutano a vivere e sostituire il lavoro che ho tanto amato.

Il giorno successivo ero già a lavorare per costruire un progetto fatto stavolta non di numeri ma di idee.

Quel progetto pian piano ha preso forma ma ha dei punti fissi e indiscutibili : lavorare per i miei concittadini, lavorare molto, lavorare bene per far fare al paese un cambio di passo e soprattutto lavorare senza condizionamenti di partiti, senza giochini tipici dei politicanti.

Il progetto può partire solo dopo aver ben visionato lo stato in cui versa il paese e pensando di far capire a tutti i cittadini quali condizioni ci sono da recuperare.

In campagna elettorale spesso, e Massa non fa eccezione, ci si autocelebra per quello che si è fatto, si nasconde quello che non si è fatto e si addossa agli altri la responsabilità di ciò che non funziona.

Insomma, in campagna elettorale Pinocchio torna sempre di moda.

Tornando al progetto, si è reso indispensaile mettere insieme gente preparata, vogliosa e pronta a combattere.

Quando settimanalmente ci incontriamo, il gruppo è sempre più folto e sempre più bravo.

Non abbiamo ancora chiuso la lista, ma quel che c’è è entusiasmante e fa sognare.

Negli occhi dei/delle più giovani c’è entusiasmo, e i più esperti rispondono senza arretrare.

Siamo nel mezzo del cammin ma la struttura portante c’è e quindi…

RINCORRIAMO QUESTO SOGNO!

DUOMO STELLA LUMINOSA


Entra
IL NOSTRO SPOT
Categorie
GRAZIE PER LA VISITA