Lista Civica Massa Comune - Il Movimento Civico per Massa Marittima e i Massetani

AREA MOLENDI - PER L'INADEMPIMENTO DELLA CONVENZIONE E PER AVER TENUTO UN COMPORTAMENTO CONTRARIO AGLI OBBLIGHI DI LEGGE, IL COMUNE STA PAGANDO 1.930.000 EURO - ALTRI 500.000 EURO (circa) SONO LE SPESE LEGALI E TECNICHE - MASSA COMUNE STA FACENDO TUTTO IL POSSIBILE AFFINCHE' A PAGARE SIANO I RESPONSABILI DIRETTI E NON LA COLLETTIVITA'

BUONE VACANZE

WORK IN PROGRESS

loading 333

 

nota CCCC copia

Il Sindaco Giuntini non si smentisce mai.
 
Continua a giocare sporco e a mentire spudoratamente.
 
Continua a gettare fango su Massa Comune e, in particolare, sulla mia persona.
 
Denigrare il mio impegno civico è diventato il suo “lavoro” [anche se parlare di lavoro riferendosi a lui è una contraddizione in termini].
 
In mancanza di validi argomenti per contrastare l’attività dell’opposizione, le sue armi sono la menzogna, l’ostruzionismo e la strumentalizzazione dei fatti.
 
La sua ipocrisia supera la sua inettitudine (ed è tutto dire).
 
Sull’argomento Balestro, ad esempio, nessuno ha mai fatto alcuna denuncia.
 
Figuriamoci se mai farei del male alla Società dei Terzieri: chi mi conosce lo sa benissimo.
 
In più, quando la Soprintendenza prescrive di non mettere nulla davanti alla Palazzina dei Conti di Biserno (che, ricordo, comprendere anche la torre ora inglobata nel Palazzo Comunale), si riferisce alle strutture FISSE e non certo a quelle provvisorie come il tabellone del Balestro che vi sta una sola giornata!
 
Circa un’anno e mezzo fa, invece, ho presentato un esposto denunciando l’illegittimità di quei grossi ombrelloni rossi da circo che erano comparsi a servizio dei Tre Archi (installati senza alcuna autorizzazione).
 
Avevo ragione e, non a caso, quegli ombrelloni sono stati fatti togliere.
 
Questa è l’unica verità.
 
Tutto qui: il resto è frutto della piccolezza del Giuntini e della sua innata capacità di distorcere le realtà a suo vantaggio.
 
E’ una persona senza dignità e senza scrupoli.
 
Fa di tutto per screditarmi e mi attribuisce colpe che non ho; ce l’ha a morte con me e non perde occasione per infierire contro Massa Comune.
 
Ha una grandissima paura di non essere rieletto e di dover tornare al “lavoro” [vedi sopra].
 
Per contro, è lui stesso il vero ed unico colpevole di tutto: è lui che, dall’alto della sua assoluta incompetenza, non è stato capace di trattare con la Soprintendenza al fine supremo di tutelare la nostra Cittadina.
 
Le sue reazioni sono infantili e scomposte: sono pura, semplice e squallida demagogia.
 
Da quello che ha scritto, parrebbe fossero stati presentate numerose e diverse denunce ma non è così.
 
Lo ha fatto apposta per ingannare i lettori e denigrare l’avversario.
 
Oltreché per distogliere l’attenzione dal dalla questione della Cooperativa “Colline Metallifere” con cui ha fatto una figura veramente meschina.
 
Giuntini dovrebbe vergognarsi.

Lega 2

NELL’IMMAGINE SOTTO, BEN OTTO “TORSELLI” DELLE MONETE TARDOMEDIEVALI CONIATE DALLA ZECCA DI MASSA TRA IL 1317 E IL 1319 [tutti di proprietà del Museo Civico di Siena].

IL 4°, DA SX IN ALTO, E’ QUELLO DEL DENARO PICCOLO [molto rovinato, ma l’unico], CONSERVATO PRESSO IL MUSEO ARCHEOLOGICO DI MASSA.

IL 3°, DA SX IN BASSO, E’ QUELLO DEL GROSSO DA 20 DENARI, CONSERVATO PRESSO IL MUSEO ARCHEOLOGICO DI MASSA.

GLI ALTRI SEI, TUTTI DEL GROSSO, SI TROVANO PRESSO IL MUSEO CIVICO DI SIENA.

OLTRE A QUESTI, ESISTONO SOLAMENTE ALTRI DUE ESEMPLARI, SEMPRE DEL GROSSO: UN CONIO DI MARTELLO E UN CONIO DI INCUDINE [anche questo l’unico], CONSERVATI PRESSO LA PINACOTECA DI VOLTERRA.

 •

8 TORSELLI 1200clicka per ingrandire

 

ASL

Dal 1° Aprile al 31 Dicembre 2017

il costo della SOLA verifica periodica

degli impianti della Sala dell’Abbondanza

ammonta a 3.721,96 euro.

 •

tratto da “La Nazione” del 27.02.2016

monteregio27022016clicka per ingrandire

 FONTE 2

 •

Gli uomini liberi cercano maestri.

I servi cercano padroni.

Ma se tratti da schiavo un uomo libero
lo trasformi in un ribelle.

(cit.)

 

AGR

 

CORRR

LA POLITICA DI PARTITO, ALIMENTATA ATTRAVERSO L’INTIMIDAZIONE, LA CORRUZIONE E IL CLIENTELISMO, HA DISTRUTTO LA NOSTRA CITTADINA AL FINE IGNOBILE DI PERSEGUIRE IL PROPRIO PROFITTO E QUELLO DEI SUOI ESPONENTI.

DA CIRCA SETTANT’ANNI, I MASSETANI SONO SUCCUBI DEGLI SPORCHI GIOCHI DI SOLDI E POTERE ORDITI AI PROPRI DANNI DA SOGGETTI SENZA SCRUPOLI E SENZA DIGNITA’.

MASSA COMUNE DISDEGNA E COMBATTE LE RUBERIE, IL MALGOVERNO E IL MALAFFARE DELLA POLITICA DI PARTITO E, UNICAMENTE IN NOME DI LIBERTA’ E GIUSTIZIA, INTENDE RESTITUIRE MASSA AI MASSETANI.

IMG_E5488clicka per ingrandire

fuoco… omissis

Premetto di rivestire il ruolo di Consigliere Comunale – Capogruppo dal 21.12.2017 – della “Lista Civica Massa Comune” [principale Forza di Opposizione] di Massa Marittima.

… omissis

La questione è delle più semplici e questi sono i fatti.

In data 15.01.2015, sul sito istituzionale del Comune di Massa Marittima, è stata pubblicata la Delibera di Giunta n.208 del 23.12.2014 [ALLEGATO 1, numerato in rosso]; insieme a questa, forse per errore, è comparso anche il Verbale di Sommarie Informazioni rese dall’Arch. Assuntina Messina sulla spinosa questione urbanistica dell’area EX-AGRARIA, fortemente avversata dallo scrivente e dal Geom. Massimo Grisanti attraverso esposti e ricorsi [ALLEGATO 2, numerato in rosso].

In data 16.01.2015, quando – ormai – quel documento era diventato pubblico a tutti gli effetti [perché comparso sull’Albo Pretorio in allegato alla Delibera di Giunta], dopo essere stato estratto dalla rete e nell’ambito dell’azione politica messa legittimamente in campo dalla Minoranza, il medesimo fu pubblicato anche sul sito della “Lista Civica Massa Comune”.

Comunque sia, benché la cosa non rilevi, non fui io a farlo.

Nello stesso giorno, il Segretario Comunale Dott. Giovanni Rubolino – DICHIARANDO FALSAMENTE CHE L’ATTO ERA STATO SECRETATO – mi ha inviato una nota diffidandomi a rimuovere il post pubblicato su www.massacomune.it [ALLEGATO 3, numerato in rosso].

Per tutta risposta, il giorno successivo, ho replicato precisando di essere solo il proprietario del sito (ovvero colui che ne ha acquistato lo spazio web) MA SOLO UNO DEI TANTI AMMINISTRATORI [ALLEGATO 4, numerato in rosso].

Ciononostante, in data 18.01.2015, presso la Stazione dei Carabinieri di Massa Marittima, il Dott. Giovanni Rubolino ha sporto querela nei miei confronti lamentando la diffusione – e la mancata rimozione – di un atto pubblico, a suo dire, riservato [ALLEGATO 5, numerato in rosso].

Ma tale documento – forse diffuso per errore dall’Ente – non era mai stato formalmente “secretato”; la Giunta, infatti, deliberando di concedere il patrocinio legale (attraverso l’attivazione delle polizze assicurative) a due suoi dipendenti indagati dalla Procura per “Falso ideologico” e “Abuso di Ufficio”, aveva solo stabilito di incaricare il Sindaco e la Segreteria di provvedere alla temporanea esclusione dal diritto di accesso di tutti gli atti conseguenti o connessi alla deliberazione, COSA MAI AVVENUTA.

In data 24.01.2015, inoltre, l’Arch. Assuntina MESSINA ha sporto querela contro – a suo dire – i responsabili delle pubblicazioni (individuati nello scrivente e in una dipendente comunale), originando il Procedimento Penale 15/1622 RGNR [ALLEGATO 6, numerato in rosso].

Circa tale Procedimento, però, in data 10.04.2015, il Pubblico Ministero Dott. Salvatore Ferraro ha inteso proporre l’archiviazione [ALLEGATO 7, numerato in rosso].

Al tutto si aggiunga che, in data 23.11.2015, per la questione di cui trattasi, nonostante la proposta di archiviazione di cui sopra ed ogni altra evidenza, l’Arch. Assuntina MESSINA ha promosso una Causa Civile avverso la mia persona (e non anche contro la dipendente comunale) [ALLEGATO 8, numerato in rosso]: il procedimento è in corso.

ED ORA ATTENZIONE: in data 13.03.2018, in risposta ad una mia istanza di chiarimenti, il Segretario Comunale Dott. Giovanni Rubolino AMMETTE che la DGC 208 del 23.12.2014 NON ERA SECRETATA come invece Egli aveva dichiarato all’Autorità Giudiziaria; si noti anche cos’altro asserisce ai punti 2), 3) e 4) [ALLEGATO 9, numerato in rosso].

… omissis

Ricapitolando, in sintesi.

IL SEGRETARIO COMUNALE DI MASSA MARITTIMA DOTT. GIOVANNI RUBOLINO HA INTESO ACCUSARMI DI QUANTO NON HO MAI COMMESSO DICHIARANDO IL FALSO ALL’AUTORITA’ GIUDIZIARIA NELLA PIENA CONSAPEVOLEZZA DI FARLO.

La consapevolezza è acclarata dal fatto che, in quanto Segretario Comunale (e, quindi, necessariamente al corrente delle procedure amministrative), NON POTEVA NON SAPERE CHE L’ATTO CHE EGLI HA PUNTUALMENTE E RIPETUTAMENTE DEFINITO “SECRETATO” TALE NON FOSSE.

Per esserlo, successivamente al “semplice” disporre la temporanea esclusione dal diritto di accesso da parte della Giunta, avrebbero dovuto seguire altri atti di competenza del Sindaco e della Segreteria (di cui Egli stesso è il responsabile), ovvero un Decreto Sindacale che non è mai stato emesso.

… omissis

 •

STRISCE


Gli stalli per auto di Via Corridoni, Via Carducci e Via Parenti hanno cambiato colore.

Torneranno ad essere a pagamento.

Erano diventati bianchi (per la sosta gratuita di due ore con disco orario) ma sono di nuovo azzurri.

Tutto ciò per far incassare la “Farmacia Comunale” [oggi Multiservizi] e tentare di appianarne il forte debito accumulato.

Alla faccia di Massetani e Turisti…


Entra
IL NOSTRO SPOT
Categorie
GRAZIE PER LA VISITA